Pubblicato il

Gli negano lo scarico dell'immondizia: cittadino aggredisce un dipendente della Massimi col coltello

Gli negano lo scarico dell'immondizia: cittadino aggredisce un dipendente della Massimi col coltello

LADISPOLI – Brutto episodio una settimana fa danni di uno degli operatori della Massimi, la ditta che si occupa del servizio rifiuti a Ladispoli. Secondo indiscrezioni, un cittadino, dopo il diniego degli operatori a poter scaricare i rifiuti all’interno dello stabilimento della Massimi, avrebbe perso le staffe, prima solo verbalmente per poi passare, a quanto pare alle mani.
Gli operatori avrebbero provato a difendersi, quando l’uomo avrebbe addirittura estratto un coltello. Per fortuna i presenti sarebbero riusciti a bloccarlo. Episodi di ‘ira’ da parte di cittadini non sarebbero nuovi agli operatori della ditta che si occupa del servizio di raccolta rifiuti a Ladispoli.  Molte volte è infatti successo che al no degli incaricati di ritirare il rifiuto (probabilmente perché in quantità superiore a quella consentita dal regolamento) alcuni perdessero le staffe. L’ultimo episodio avrebbe dunque portato la ditta ad alzare la guardia, tanto che da qualche giorno in via degli Aironi sarebbe spuntata anche la Securitas per garantire l’incolumità di tutti, specie dei lavoratori.

ULTIME NEWS