Pubblicato il

Acea chiude i rubinetti: disagi per i commercianti

Acea chiude i rubinetti: disagi per i commercianti

Sabato sera da incubo per i civitavecchiesi in zona lungomare costretti a fare i conti con la crisi idrica. Da ieri le portate minime sarebbero state garantite nuovamente

CIVITAVECCHIA – Altro che allarme, la dichiarazione fatta nei giorni scorsi dal sindaco Antonio Cozzolino «l’attuale apporto idrico di Acea alla città è pari a 0 (zero) litri/secondo» è stata semplicemente la premessa per un nuovo fine settimana di passione per i civitavecchiesi. 
Niente acqua nelle case già nella giornata di sabato, disagi a non finire per i commercianti che nel giro di poche ore si sono ritrovati con i rubinetti asciutti.  Penosa la fotografia del lungomare di Civitavecchia nella notte tra sabato e domenica: locali strapieni di clienti e niente acqua, tanto che i gestori hanno dovuto fare i salti mortali per non chiudere. 
Uno schiaffo al commercio cittadino, che attende il fine settimana per rifarsi visto che l’estate non è decollata anche e soprattutto a causa dei ritardi dell’amministrazione comunale in fase di programmazione, un disagio per chi il sabato vorrebbe dedicarsi una serata tranquilla senza problemi. Anche perché la mancanza di acqua nei locali pubblici potrebbe comportare problemi di igiene, aspetto che al Pincio a quanto pare nessuno considera adeguatamente. 
E lo sfogo di alcuni commercianti è arrivato: «Siamo costretti a lavorare in condizioni assurde – hanno commentato – altro che città turistica, Civitavecchia sta vivendo una stagione veramente difficile». 
Secondo indiscrezioni nella giornata di ieri le cose sarebbero leggermente migliorate, con Acea e Hcs pronte a garantire almeno le portate idriche minime. 
«Ma come si può pensare nel 2017 di vivere in queste condizioni?  – si sono domandati in tanti l’altra sera in zona Pirgo – una roba del genere non si è mai vista, neppure in località sperdute dove il progresso non è ancora arrivato». L’amministrazione comunale naviga a vista: nonostante le rassicurazioni, i proclami e probabilmente l’impegno profuso, l’acqua manca da mesi in quasi tutta la città. Un evidente fallimento, che fa il paio con la questione rifiuti ancora tutta da definire.

ULTIME NEWS