Pubblicato il

Eventi estivi, D'Antò: "Grazie al nostro operato 20mila euro in più"

Eventi estivi, D'Antò: "Grazie al nostro operato 20mila euro in più"

L'assessore al Turismo pentastellato risponde alle critiche dell'esponente dell'Area Orlando del Pd Giannini: "Critica superficiale, dovendo scegliere abbiamo preferito il finanziamento da 35mila euro"

Condividi

CIVITAVECCHIA – “Critica superficiale, grazie al nostro operato Civitavecchia ha ricevuto 20mila euro di finanziamenti in più”. È la replica dell’assessore al Turismo Enzo D’Antò alle critiche dei giorni scorsi dell’esponente dell’Area Orlando del Pd Stefano Giannini riguardo un finanziamento di 15mila euro della Regione per gli eventi estivi ignorato dal Comune. Ma il pentastellato spiega: “L’attuale amministrazione per gli eventi estivi ha ottenuto un finanziamento dalla Camera di commercio di 35mila euro: nell’istruttoria abbiamo dovuto dichiarare che non avremmo percepito altri finanziamenti pubblici per la stessa finalità. Ovviamente – continua D’Antò – dovendo scegliere tra un finanziamento di 15mila euro ed uno di 35mila abbiamo scelto quello da 35mila, che abbiamo ottenuto. Quindi a differenza di chi ha deciso di partecipare al bando regionale, abbiamo ottenuto 20mila euro in più. Poi oltre alla differenza di somme – evidenzia l’assessore – bisogna anche tener presente i tempi molto più lunghi che la Regione ha per liquidare un progetto. Quindi abbiamo ottenuto una somma maggiore e sicuramente in tempi più rapidi”.

Una scelta obbligata e vincente, quindi, secondo l’assessore grillino che si difende anche sul fronte “ritardo eventi estivi” che, ricorda, partiranno il 19 luglio.

“Il problema – dichiara D’Antò – è stato fondamentalmente avere la certezza dei 35mila”, una cifra che sarebbe stata messa a disposizione del vincitore de primo bando per organizzatore di eventi estivi, andato poi deserto. “Da quest’anno – prosegue il pentastellato – gli eventi che prevedono concessioni per un valore sopra determinate cifre devono rispondere al codice degli appalti: come amministrazione da sempre in favore della legalità, abbiamo emanato un bando che richiedeva tutte le caratteristiche previste dal codice”.

Secondo il pentastellato si tratterebbe di una novità per gli operatori che li ha portati a commettere alcuni errori. “Preso atto di ciò abbiamo subito pubblicato una manifestazione d’interesse ed avviato un’altra gara sul Mepa (mercato elettronico pubbliche amministrazioni) per affidare i 35mila euro. Prima di fare accuse strumentali – conclude l’assessore D’Antò – e non attinenti alla realtà invito quindi l’opposizione ad informarsi maggiormente”.


Condividi

ULTIME NEWS