Pubblicato il

Sagra del Cinghiale: un’edizione da record da ‘‘leccarsi i baffi’’

Sagra del Cinghiale: un’edizione da record da ‘‘leccarsi i baffi’’

Eccellenti i piatti delle cuoche ‘‘giallorosse’’

ALLUMIERE – Si è chiusa con un altro grande successo la XII edizione della Sagra del Cinghiale promossa dalla Contrada Ghetto di patron Augusto Vela. La cucina delle abilissime cuoche giallorosse, come ogni anno, è stata apprezzata dalle centinaia di persone che hanno affollato lo stand enogastronomico da venerdì a domenica. Pieno di complimenti per le cuoche, per la buona qualità dei prodotti serviti e l’abbondanza dei piatti. «Molta gente è venuta da Civitavecchia, Roma e dintorni, ma la più grande soddisfazione – spiega il portavoce dei ghettaroli, Alessandro Sestili – ce l’hanno data tre ragazzi di Milano, che per la terza volta hanno fatto 550 km solo per gustare i nostri piatti prelibati. Gli spettacoli hanno soddisfatto le aspettative delle tante persone che ci hanno raggiunto dopo cena» La serata che più ha registrato il sold out è stata quella di sabato: Manolito e i suoi balli di gruppo hanno fatto riempire il piazzale, mentre i tavoli sotto le vele traboccavano di persone. Grande successo anche per il concerto che Vincenzo Bencini ha tenuto domenica e che ha chiuso perfettamente un’altra fantastica sagra.

ULTIME NEWS