Pubblicato il

"Un altro week end da prigionieri"

"Un altro week end da prigionieri"

Fiumicino. Posti risevati ai residenti tutti occupati, auto contromano, parcheggi sulla carreggiata. Ignorati i cartelli con la scritta ‘‘zona rimozione’’. Serve la mano pesante. Nuove proteste al Villaggio dei Pescatori di Fregene: "Basta con questo caos"

di ANGELO PERFETTI

RFREGENE – Ancora un week-end di prigionia. Siamo a metà luglio, e il paradiso del Villaggio dei Pescatori, a Fregene, resta ancora un inferno. Parcheggio selvaggio resta il comune denominatore di ogni fine settimana, e i residenti per l’ennesima volta alzano la voce.
“Non possiamo tollerare – raccontano – che una situazione come questa diventi ‘normale’ solo perché si ripete ogni settimana; non possiamo accettare di passare noi per rompiscatole quando siamo costretti a subire una vera e propria violenza durante tutta l’estate. Né possiamo accettare il discorso che per le località di mare… funziona così. Noi paghiamo le tasse per 12 mesi all’anno, non per 9, e vogliamo essere tutelati tutto l’anno, in special modo nei periodi critici”.
L’elenco delle infrazioni è impressionante: posti residenti tutti occupati, auto contromano, parcheggi sulla carreggiata e con cartello zona rimozione… il caos più totale. L’allarme era stato lanciato per tempo, ma per adesso i risultati tardano ad arrivare. C’è anche chi provocatoriamente ha proposto di cambiare il cartello di “benvenuto”, con il dantesco “Lasciate ogni speranza o voi che entrate”…

ULTIME NEWS