Pubblicato il

Hcs, Pd: "Cinque Stelle al capolinea"

Il segretario Leopardo ed il gruppo consigliare contestano le modalità con cui l'amministrazione comunale sta portando avanti la vertenza ed attendono fiduciosi un intervento della magistratura. "Chiederemo un consiglio comunale per discutere della sciagurata ed infinita soluzione per le municipalizzate"

Il segretario Leopardo ed il gruppo consigliare contestano le modalità con cui l'amministrazione comunale sta portando avanti la vertenza ed attendono fiduciosi un intervento della magistratura. "Chiederemo un consiglio comunale per discutere della sciagurata ed infinita soluzione per le municipalizzate"

CIVITAVECCHIA – “Il clima di gravissima irregolarità e le continue bugie di Sindaco e Assessore sulla questione Hcs non sono più tollerabili”. Lo sottolineano il segretario del Pd Enrico Leopardo ed i consiglieri comunali Marco Piendibene, Rita Stella e Marco Di Gennaro, sottolineando come non si riesca più a capire cosa stia accadendo alle municipalizzate. 

“Idee cervellotiche, stuoli di consulenti rivelatisi inutili e costosissimi, risultati economici che definire disastrosi è un eufemismo – hanno spiegato – in un solo anno (2012-2013), la Giunta a guida Pd aveva ridotto la perdita di esercizio da 11 milioni di euro ereditati, portando la società all’equilibrio di bilancio. Da lì si stava costruendo il risanamento, interrotto da una giunta incapace. Oggi le perdite societarie sembra che abbiano superato i 60 milioni di euro. Sembra, perché notizie ufficiali è impossibile averle. L’amministrazione ha costituito una nuova società. Poi ci ha detto che il Giudice non autorizzava l’avvio della nuova società se non dopo l’omologa del concordato. Oggi scopriamo che non era vero ma al contrario il Giudice ha autorizzato l’avvio della NewCo da tre mesi”. 

E poi la delicata questione del passaggio del personale dalle vecchie società alla Civitavecchia Servizi Pubblici. “L’opacità con cui si sta procedendo a promozioni e declassamenti del personale è qualcosa di aberrante – hanno aggiunto – non esiste un organigramma della nuova società, quindi non si sa “chi farà che cosa”. Però alcuni vengono promossi ed altri “bocciati”. Perché, per quale motivo? Se non si sa cosa farà un lavoratore come fa a sapersi quale è il suo corretto inquadramento contrattuale? In tutto questo la solita scarsa trasparenza a 5 stelle. Minacce, violenza; si è parlato apertamente di diffide per ipotesi di estorsione con qualcuno che è andato oltre rivolgendosi alla Procura che sta indagando. Ora va bene tutto. Il caos e la opacità di questa Giunta sono ormai proverbiali e sotto gli occhi di tutti – hanno aggiunto gli esponenti del Pd – certamente tra poco più di un anno questa esperienza amministrativa verrà spazzata via dai cittadini. Ma i danni si ripercuoteranno per anni sulla comunità, chiamata a pagare una gestione tanto sciagurata, sono decine le cause pendenti i cui danni li pagheranno i civitavecchiesi e non certo Micchi o Bizzarri”.

Secondo Leopardo ed il gruppo consiliare del Pd diventa oggi improcrastinabile l’intervento della Magistratura, “ma nel frattempo dobbiamo vederci chiaro per tutelare la Città tutta. Per questo, nelle prossime ore – hanno concluso – chiederemo un Consiglio comunale per discutere della sciagurata ed infinita “soluzione” della vicenda Hcs”.
 

ULTIME NEWS