Pubblicato il

Fiamme anche a Ladispoli. Il sindaco Grando: "Scenario agghiacciante"

Fiamme anche a Ladispoli. Il sindaco Grando: "Scenario agghiacciante"

LADISPOLI – Una serie di incendi, che si sono sviluppati in zone diverse, e che hanno provocato danni e disagi. Sono quelli che si sono verificati ieri, e che stanno proseguendo anche oggi, a Ladispoli. Quattro i focolai che ieri mattina hanno interessato la zona del bosco di Palo, spenti e poi ripresi con più vigore nel pomeriggio, quando le fiamme hanno interessato anche l’oasi del Wwf e poi la parte opposta della città, nei pressi del cimitero. Questa mattina ancora focolai nel Bosco di Palo, sull’Aurelia, presso Torre Flavia e Pizzo del Prete. Sul posto Vigili del fuoco, protezione civile ed autobotti della ditta Massimi. Ancora disagi per la circolazione ferroviaria.

“Una delle pagine più drammatiche nella storia di Ladispoli. Una città ferita che però intende rialzarsi subito e ricostruire tutto ciò che una mano ignobile ha tentato di distruggere. Ladispoli è in piedi, determinata più che mai a dimostrare di essere una collettività unità, soprattutto nei momenti di grande difficoltà”. Queste le parole  del sindaco Alessandro Grando dopo la devastazione al bosco di Palo Laziale, sulla via Aurelia e nella palude di torre Flavia, causata dai roghi che ancora stanno provocando disagi e problemi.

“È uno scenario agghiacciante – afferma Grando – stiamo iniziando a fare la conta dei danni, dal punto di vista ambientale è stata una catastrofe. A nome dell’amministrazione comunale ringrazio vigili del fuoco, polizia locale, carabinieri, polizia, protezione civile, guardie ambientali, volontari e tutti quei cittadini che sono corsi a dare un valido aiuto per fermare l’avanzata dei roghi. Ladispoli ha dato una prova di compattezza come fu nel caso del tornado dello scorso novembre. Solo che quella volta fu la natura, ieri è stato palesemente un atto di terrorismo incendiario, favorito dal forte vento e dal caldo torrido. Le forze dell’ordine in queste ore stanno lavorando sodo per individuare i piromani, invitiamo i cittadini a collaborare attivamente. Chiunque abbia visto qualcosa di sospetto si faccia avanti e contatti subito le autorità preposte. Ladispoli è di tutti noi, chiediamo la collaborazione di tutta la popolazione”.

ULTIME NEWS