Pubblicato il

Acqua: resta la non potabilità

Acqua: resta la non potabilità

Ancora irrisolta la situazione nelle zone a sud della città e sul lungomare. Le ultime analisi della Asl confermano la presenza di colibatteri oltre i limiti di legge. Nel frattempo le rsu di Cgil, Cisl e Uil chiedono un incontro urgente sul passaggio ad Acea Ato2

CIVITAVECCHIA – Non si è risolta, dopo un mese ormai, la questione acqua. Tanto che rimane ancora in vigore l’ordinanza di non potabilità firmata dal sindaco Cozzolino il 19 giugno scorso per i quartieri di Campo dell’Oro, San Gordiano e Boccelle ed estesa poi, dopo una settimana, anche alla zona del lungomare, tra viale della Vittoria e Borgo Odescalchi.

Le ultime analisi effettuate dalla Asl Rm4 hanno infatti confermato la presenza di colibatteri fecali in misura superiore al limite consentito dalla legge. 

Nel frattempo le rsu di Cgil, Cisl e Uil di Palazzo del Pincio hanno inviato una lettera al sindaco Antonio Cozzolino tornando a chiedere una convocazione sul passaggio del servizio idrico integrato ad Acea Ato 2. “A tal fine – scrivono Diego Nunzi, Massimo Bonomo e Fabio Napoleoni – sollecitiamo il Sindaco a convocarci entro sette giorni, con l’organizzazione del lavoro del servizio idrico integrato”. 

ULTIME NEWS