Pubblicato il

Migranti al porto: dura critica del Pd nei confronti del centrodestra

CIVITAVECCHIA – “Sul tema dei migranti il centrodestra civitavecchiese ritrova miracolosamente l’unità ma ci riesce virando pericolosamente su posizioni razziste e facinorose. Anche quelle forze di centrodestra che si professano moderate sembrano cedere al fascino di Salvini, che ieri sera, a viale Garibaldi, ha dato vita al suo ennesimo show, all’insegna del populismo e delle bugie”. Dura la critica del segretario del Pd Enrico Leopardo che sottolinea come “l’eventuale coinvolgimento del porto di Civitavecchia sarebbe stato limitato al solo approdo dei migranti, al fine della loro identificazione e solo in eccezionali momenti di picco. Sia la Prefettura che il Ministero – ha spiegato – erano già stati chiari in tal senso. Il segretario della Lega ha aizzato la folla dei suoi sostenitori ripetendo, come un ritornello stonato, che al porto di Civitavecchia devono arrivare solo i turisti. Salvini dimentica, o meglio fa finta di dimenticare, che i migranti al porto di Civitavecchia arrivarono davvero nel 2011, con una decisione presa in gran segreto dal Ministro leghista Maroni. Ribadiamo, ancora una volta, che il prefetto Morcone ha smentito con chiarezza l’arrivo dei migranti, pertanto quello dei giorni scorsi dei vari Salvini, Meloni e Mussolini è stato un autentico teatrino”.

Secondo il Pd in tema di immigrazione serve una visione complessiva del problema. “Crediamo che l’approccio del Ministro Minniti e del Governo sia quello giusto – ha concluso Leopardo – perché prova a dividere il carico delle responsabilità, si batte in Europa per una gestione condivisa della questione e guarda ai paesi di origine dei flussi con rinnovata attenzione, avendo però chiaro che, prima di tutto, ciò che va evitato è che il Mediterraneo torni ad essere un mare di morte, come è stato negli anni precedenti”.

ULTIME NEWS