Pubblicato il

Totò genio, un omaggio al principe della risata a 50 anni dalla scomparsa

Totò genio, un omaggio al principe della risata a 50 anni dalla scomparsa

Si apre questa mattina la mostra allestita presso la biblioteca comunale

S. MARINELLA – Si aprirà questa mattina, presso la biblioteca comunale, la mostra “Totò Genio”, un omaggio al principe della risata a cinquant’anni dalla sua scomparsa. Madrina dell’inaugurazione, Elena Anticoli De Curtis, nipote dell’indimenticabile Totò. L’esposizione, promossa e organizzata dall’associazione Antonio De Curtis, con il patrocinio e il contributo della Regione Lazio, dei Comuni di Santa Marinella e di Napoli, dell’assessorato alla Cultura e al Turismo, della Pro Loco di Santa Marinella, dell’associazione culturale Santa Marinella Viva e Luce Cinecittà, proporrà decine di documenti e materiale inedito, lettere, oggetti personali, interviste e filmati d’epoca, fotografie e costumi, manifesti e locandine, appartenenti ad uno degli attori più autorevoli del panorama cinematografico italiano, Antonio De Curtis, in arte Totò. La mostra, è curata da Vincenzo Mollica e Alessandro Nicosia, presidente di Creare Organizzare Realizzare. Alessandro Nicosia, da trent’anni nell’organizzazione di grandi mostre ed eventi culturali, ha ideato, promosso e organizzato la mostra monumentale Totò Genio a Napoli. Parte della mostra, approda a Santa Marinella con del materiale inedito, tra cui alcuni disegni di Federico Fellini e Pier Paolo Pasolini, foto inedite che lo ritraggono nei momenti di vita privata e alcuni costumi originali di scena dei suoi film più importanti. In mostra, inoltre, alcuni oggetti legati al territorio di Santa Marinella, come le foto messe a disposizione dall’associazione Santa Marinella Viva di Carlo Fioretti, figlio del direttore della fotografia e il famoso pesce «Caterino» protagonista del film «Fifa e Arena» di proprietà di Alberto Catozzo, figlio di Leo Catozzo, montatore di alcuni dei più grandi registi come Fellini, Rossellini. La figura di Totò è legata a Santa Marinella, in quanto tra gli anni ‘50 e ‘60, l’attore era solito soggiornare nella cittadina durante la stagione estiva, ospite in una delle ville del Lungomare Marconi. Le testimonianze della sua villeggiatura, sono riportate sui libri di storia locale, ma soprattutto vivono nel ricordo di alcuni dei residenti che ricordano Totò in vacanza insieme alla sua compagna, Franca Faldini. «E’ un grande orgoglio poter ospitare nella nostra città una mostra così importante – ha commentato il Sindaco Roberto Bacheca – che illustra la vita, personale ed artistica, di uno degli attori, se non il più celebre, il più popolare, il più stimato della storia cinematografica italiana del secolo scorso. Questa iniziativa da lustro a Santa Marinella, ne diffonde il nome nel panorama nazionale ed internazionale, grazie all’eccellente organizzazione curata nei minimi dettagli».

ULTIME NEWS