Pubblicato il

Ecologia Viterbo, Manuedda: "Gli extracosti li coprirà la Regione"

Ecologia Viterbo, Manuedda: "Gli extracosti li coprirà la Regione"

CIVITAVECCHIA – Anche il Comune di Civitavecchia, così come gli altri comuni della provincia di Viterbo che conferiscono i propri rifiuti a Casale Bussi, nella discarica della Ecologia Viterbo, ha ricevuto le scorse settimane la lettera con la quale a società ha comunicato la volontà di aumentare la tariffa relativa ai servizi di trattamento rifiuti, determinata dall’attivazione della stazione di trasferenza in temporanea sostituzione del Tmb incendiato lo scorso 3 giugno, chiedendo ai Comuni stessi di appostare in bilancio le risorse necessarie al pagamento. Ma per l’assessore all’Ambiente Alessandro Manuedda non ci sono dubbi.

“Degli extracosti di questo periodo se ne dovrà fare carico la Regione Lazio”. Anche perché, come ha ricordato l’assessore, la Pisana non ha comunicato nulla di ufficiale in questo senso. È la Regione, infatti, a dover approvare un eventuale aumento delle tariffe per il servizio reso. 
Una presa d’atto, quella di Palazzo del Pincio, che conferma ancora una volta i rapporti non proprio idilliaci tra Comune e Regione sulla questione rifiuti, soprattutto all’indomani della revoca delle autorizzazioni ambientali per Hcs per la gestione della discarica, con il Pincio che conferisce presso l’impianto Tmb di Viterbo. «E almeno per ora continueremo su questa strada – ha ricordato Manuedda – anche perché per la Regione non è necessaria la realizzazione di nuovi impianti del genere». 
Intanto è in stand-by la questione relativa alla raccolta differenziata. I tempi si sono allungati ancora. «Nei giorni scorsi – ha concluso l’assessore – abbiamo preso contatto con la stazione unica appaltante della Città metropolitana, ma considerato agosto di mezzo dovremo attendere settembre per la nuova gara». 

ULTIME NEWS