Pubblicato il

Evasione dal carcere: le tracce di Marku Osvaldi portano a Roma

Evasione dal carcere: le tracce di Marku Osvaldi portano a Roma

La Polizia la scorsa notte in zona Prenestina ha intercettato un veicolo risultato rubato a Civitavecchia in zona Aurelia. Indagini in corso per mettere in relazione le impronte ritrovate sul mezzo con quelle del fuggitivo albanese. L'altro evaso arrestato ieri dalla Polizia - Ferito nella caduta dal muro, è stato trasferito in ospedale

CIVITAVECCHIA – Portano a Roma le tracce di Marku Osvaldi, il 22enne albanese fuggito domenica dal carcere di Civitavecchia. Dopo l’arresto del connazionale Luca Leke (nella foto il momento in cui viene bloccato dalla Polizia in un terreno di Aurelia), l’attenzione degli investigatori si è concentrata sul secondo evaso, quello più giovane.

A quanto pare Marku Osvaldi dopo essersi allontanato dal carcere e dopo essersi separato da Luca Leke, ferito ai calcagni dopo aver saltato il muro di quattro metri per fuggire, non avrebbe fatto tanta strada. Il giovane albanese con molta probabilità si è nascosto nella vicina borgata, attendendo il momento opportuno per darsi definitivamente alla fuga. Potrebbe essere stato lui ad aver rubato una Fiat 500 parcheggiata proprio in quella zona. In piena notte, infatti, gli agenti della Questura di Roma hanno notato sulla Prenestina un veicolo sospetto e hanno proceduto agli accertamenti di rito. Il mezzo è risultato rubato a Civitavecchia, immediata quindi la comunicazione al commissariato locale. Gli agenti del dottor Nicola Regna, in piena notte, hanno bussato alla porta del proprietario dell’auto, in zona Aurelia, per comunicare il ritrovamento della Fiat 500 e con grande stupore l’intestatario del mezzo ha accolto la notizia, non essendosi neppure reso conto prima del furto subìto.

Polizia scientifica al lavoro per la verifica delle impronte lasciate dal ladro sul mezzo ritrovato, che secondo indiscrezioni sarebbero già state analizzate e confrontate con quelle dell’evaso Marku Osvaldi. Bocche cucite da parte degli investigatori, seppure la fuga del 22enne verso Roma, magari in cerca di coperture e appoggi per raggiungere l’Albania, al momento appare quella più concreta.

 

ULTIME NEWS