Pubblicato il

Aranova, l’elenco delle incompiute

Aranova, l’elenco delle incompiute

Fiumicino. Analisi del Comitato di Zona sul programma quinquennale dell’Amministrazione. Alcune opere pubbliche si rinviano di anno in anno senza mai concretizzarsi. Dalla scuola materna al risanamento idrogeologico, fino al centro raccolta rifiuti

ARANOVA – «Nella speranza di un attesissimo colpo di coda da parte del Comune di Fiumicino, riguardo alle opere strategiche per lo sviluppo di Aranova, si anticipa di un anno il consueto riepilogo quinquennale dell’attività programmata ed eseguita dal Comune medesimo per Aranova». Lo afferma un comunicato del Comitato di Zona di Aranova. I programmi più realistici, a cui è possibile far riferimento, riguardano la prima annualità di ciascuno dei rispettivi Programmi Triennali delle Opere Pubbliche (PTOP), approvati dal Consiglio Comunale dal 2013 ad oggi, o più esattamente a partire  dal 2014, in quanto nel 2013 non si è prodotto il relativo PTOP a causa della variazione di composizione del Consiglio Comunale.   Le opere pubbliche in oggetto sono quelle dichiaratamente localizzate in Aranova e che presentano caratteri di funzionalità, ossia atte a garantire lo sviluppo socioeconomico dell’abitato evitando la sua permanenza nella categoria delle  «città dormitorio» (non compaiono – quindi né le opere diffuse sul territorio, come – ad esempio – l’illuminazione stradale, né quelle di manutenzione delle opere pubbliche, come – ad esempio –  il rifacimento delle pavimentazioni stradali). Si elencano – così – le sei seguenti opere, di cui le prime tre compaiono in tutte le quattro annualità dal 2014 al 2017 non essendosi mai provveduto nemmeno all’inizio della loro realizzazione:
1. Scuola materna , prevista come opera a scomputo per un importo di un milione e 500.000 euro  nel 2014 e ridotti ad un milione e 400.000 euro nei tre anni successivi;
2. Terzo lotto del risanamento idrogeologico di Via Siliqua, previsto per un importo  di 400.000 euro nei primi tre anni e di 659.000 euro per il 2017;
3. Centro raccolta differenziata dei rifiuti della zona nord, per un importo di 300.000 euro nel 2014, di 400.000 euro nei due anni successivi e di 450.000 euro  nel 2017;
4. Zone sportive ed a verde in località Muracciole previste come opere a scomputo per un importo di 2 milioni di euro nel 2015, che scendono a 200.000 euro nel 2016 e che completamente scompaiono nel 2017;
5. Piazza Centrale di Aranova, prevista come opera a scomputo per un importo di un milione di euro solo nel 2016;
6. Quarto lotto dei marciapiedi di Via M. Rosi (dalla Chiesa a Via I. Raulich), che compare solamente nel 2017 per un importo di 500.000 euro.
In quanto alla realizzazione di queste opere, nessuna di esse è stata mai nemmeno avviata e ciò che avvilisce forse di più è il constatare che in taluni casi, come per la Piazza Centrale di Aranova, non si è provveduto neanche a riprogrammarla  nel 2017.
A riprova della stasi che sta subendo lo sviluppo socioeconomico di Aranova si può inoltre riepilogare quali opere essenziali siano state realizzate  a partire dalla costituzione del Comune di Fiumicino, senza dimenticare l’importanza di altri servizi generali risolti attraverso l’affitto di locali o con l’intervento diretto dei cittadini e della Curia, come l’Ufficio Postale, la Farmacia Comunale, la Chiesa ed il Centro Anziani.
Si ricava così il seguente elenco di opere finora  realizzate dal 1992, esposte qui di seguito in ordine cronologico di loro completamento:
1/1998. Scuola elementare  di Via M. Rosi;
2/2002. Primo lotto dei marciapiedi di Via M. Rosi, da Via L. Russo a Via Siliqua; 
3/2005. Campo di calcio di Via Galtelli (zona Muracciole);
4/2007. Secondo lotto dei marciapiedi di Via M. Rosi, da Via Siliqua a Via Austis;
5/2007. Ristrutturazione del collegamento stradale di Via M. Rosi dal Castello a Torre in Pietra;
6/2007. Primo lotto del  risanamento idrogeologico di Via Siliqua;
7/2009. Secondo lotto del  risanamento idrogeologico di Via Siliqua;
8/2010. Scuola media  di Via Galtelli (zona Muracciole);
9/2010. Terzo lotto dei marciapiedi di Via M. Rosi, da L.go Goni a Via L. Russo;
10/2010. Ampliamento del parcheggio della scuola elementare;
11/2011. Prima sede del plateatico per  il mercato ambulante, in Via Arrone;
12/2012. Asilo nido di Via Nurallao;
13/2013. Seconda sede del  plateatico del mercato ambulante, in Via Siliqua;
14/2015. Rete meteorica di Via L. Russo (prevista nel programma di interventi del 2009).
Nello scorrere l’elenco di cui sopra in particolare si osserva, oltre l’assenza di opere essenziali, come il Centro Civico, la Viabilità Alternativa alla congestionata Via M. Rosi, la messa in sicurezza delle Complanari della Via Aurelia, il Parcheggio di scambio sulla stessa Via Aurelia e le citate Piazza Centrale e Scuola Materna (con talune opere – peraltro – non ancora inserite nei PTOP), si osserva anche sia il notevole frazionamento degli interventi, come nei casi dei marciapiedi di Via Michele Rosi e del risanamento idrogeologico di Via Siliqua ( opere queste ancora da completare), sia la ripetizione di uno di essi, ossia il plateatico del mercato ambulante, talché l’elenco si potrebbe di fatto ridurre a sole dieci opere effettivamente realizzate.

ULTIME NEWS