Pubblicato il

Discarica Casale Bussi, il sindaco Sergio Caci: "Subito misure urgenti per la risoluzione del problema"

Discarica Casale Bussi, il sindaco Sergio Caci: "Subito misure urgenti per la risoluzione del problema"

L'amministrazione comunale di Montalto di Castro ha inviato una diffida alla società ''Ecologia Viterbo'' s.r.l. e alla Regione Lazio riguardo il grave disagio per il conferimento dei rifiuti presso la stazione di trasferenza di Viterbo ''I cittadini non devono pagare per disservizi causati da altri''

MONTALTO DI CASTRO – Caos rifiuti per i comuni della provincia che conferiscono presso la discarica di Casale Bussi a Viterbo. L’amministrazione comunale di Montalto di Castro ha inviato una diffida (prot. 18694/2017 del 31.07.2017) alla società ‘’Ecologia Viterbo’’ s.r.l. e alla Regione Lazio riguardo il grave disagio per il conferimento dei rifiuti presso la stazione di trasferenza di Viterbo, poiché sono stati raggiunti i limiti di stoccaggio previsti e autorizzati dalla Regione.

«Abbiamo delle difficoltà nel gestire l’ordinario ciclo dei rifiuti – dichiara il sindaco di Montalto Sergio Caci – a seguito dell’incendio avvenuto il 4 giugno scorso alla discarica di Casale Bussi, che ha portato i Comuni in uno stato di emergenza». «Più volte – spiega il primo cittadino castrense – come comunicato per corrispondenza (prot. 279 del 28/07/2017), non sarebbero stati accettati conferimenti alla discarica e gli addetti delle ditte affidatarie per la gestione dei rifiuti sono costretti a diverse ore di straordinario che aumentano i costi del servizio. Considerato che il nostro Comune, come gli altri del comprensorio, sono ad alta vocazione turistica, invito la Regione Lazio e, di conseguenza la società Ecologia Viterbo, ad adottare misure urgenti per la risoluzione del problema».

«Invito altresì le stesse – afferma Caci – a rivedere il bacino d’utenza della discarica in questione, evitando sovraccarichi, nelle quantità imposte, dovuti ad altri Comuni non appartenenti alla provincia di Viterbo e consistenti dal punto di vista demografico. Mi auspico che il presidente Zingaretti – conclude il sindaco Sergio Caci – ripensi alla soluzione presa, evitando che i maggiori costi ricadano solamente sulle teste dei cittadini».

ULTIME NEWS