Pubblicato il

Ladispoli: stanziati 175mila euro per il dearsenificatore

Ladispoli: stanziati 175mila euro per il dearsenificatore

LADISPOLI – Stanziati dal comune di Ladispoli 175.000 euro di fondi comunali per la costruzione di un dearsenificatore presso il serbatoio “Casali di Vaccina”
Il provvedimento si è reso necessario per poter aumentare la captazione di acqua dai pozzi in cui questa presenta un valore di arsenico al di sopra della norma europea.
Se a Ladispoli si aumentasse al massimo la captazione da tutti i pozzi il risultato sarebbe distribuire acqua non potabile. La media dell’arsenico nella miscela sarebbe infatti troppo alta per l’uso alimentare dell’acqua, fatto accaduto due settimane fa per ovviare ad un temporaneo black out della rete idrica.
Con il dearsenificatore, che porterà l’acqua in uscita del serbatoio con valori tra lo 0 ed i 3 microgrammi, il problema sarebbe risolto.
L’investimento del comune arriva in un momento delicato per la gestione idrica. Dopo la sentenza del Consiglio di Stato infatti l’acqua ed i suoi impianti rischiano seriamente di passare in mano private ad Acea. Per evitare che l’investimento diventi semmai una spesa a perdere il comune ha stanziato con Acea una convenzione che prevede il rimborso della spesa dell’impianto qualora dovesse avvenire malauguratamente il passaggio.
Questa soluzione sarebbe però solo una parte dell’intervento predisposto dall’amministrazione comunale. Sembra infatti che anche la dimensione dei serbatoi sia insufficiente per la popolazione estiva di Ladispoli. L’altro intervento che l’amministrazione intende quindi calendarizzare è proprio l’ampliamento della capacità di immagazzinare acqua.

ULTIME NEWS