Pubblicato il

Preso il rapinatore del Gruppo ciclistico

Preso il rapinatore del Gruppo ciclistico

Era fuggito con un bottino di duemila euro dopo aver aggredito il ragazzo che stava ritirando l’incasso delle slot machine. A.S. si era reso irreperibile, la Polizia lo ha raggiunto dopo alcuni giorni di ricerche

CIVITAVECCHIA – Credeva di averla fatta franca il rapinatore che lo scorso 24 luglio ha aggredito un dipendente della Extra Games all’interno del Gruppo ciclistico di viale Baccelli, portandogli via l’incasso, ma la Polizia nei giorni scorsi è riuscita ad acciuffarlo. 
Nei guai è finito il civitavecchiese A.S., di 30 anni: a quanto pare sarebbe stato lui a sorprendere alle spalle il ragazzo intento a scaricare le slot machine, rapinandolo prima di allontanarsi con l’incasso custodito in una busta di nylon, di circa duemila euro. 
La vittima aveva subito dato l’allarme e in pochi minuti sul posto era arrivata una volante del commissariato di viale della Vittoria che, in base alle informazioni raccolte, si era messa sulle tracce dell’autore del gesto. 
In ausilio anche la squadra di polizia giudiziaria agli ordini del primo dirigente Nicola Regna, che ha avuto un ruolo chiave nelle ricerche e nell’individuazione del rapinatore. 
La descrizione fornita agli agenti è stata precisissima, sia per quanto riguarda le caratteristiche somatiche del malvivente, sia per quanto riguarda gli abiti indossati, tanto che i poliziotti sono andati praticamente a colpo sicuro. 
Per qualche tempo il 30enne si è reso irreperibile, impossibile rintracciarlo a casa o nei luoghi abitualmente frequentatati, ma alla fine gli agenti lo hanno incrociato per strada e riconosciuto. Immediatamente è stata informata l’Autorità giudiziaria, ora A.S., con precedenti specici, dovrà rispondere del reato di rapina.  Se l’è cavata invece con tre giorni di prognosi il dipendente della Extra Games che ha subito la rapina: il giovane, a causa della spina ricevuta, è stato soccorso dai medici dell’ospedale San Paolo di Civitavecchia.

ULTIME NEWS