Pubblicato il

Rifiuti, a FareAmbiente la gestione delle telecamere

Rifiuti, a FareAmbiente la gestione delle telecamere

AMBIENTE. Approvato il progetto di sorveglianza e controllo delle immagini presentato da Mauro Di Stefano, responsabile territoriale dell’associazione. La giunta comunale lo ha ritenuto meritevole di approvazione perchè molto favorevole all’Ente e per evitare che si possa fermare l’attività di contrasto nei confronti di cittadini incivili e sporcaccioni

di GIULIANA OLZAI

CERVETERI – Approvato il progetto dell’associazione Fare Ambiente Laboratorio Verde Cerveteri per la gestione delle telecamere di sorveglianza rifiuti e controllo delle immagini, presentato dal responsabile territoriale, Mauro Di Stefano.  La Giunta comunale lo ha ritenuto meritevole di approvazione perché molto favorevole all’Ente e per evitare che si possa fermare l’attività di contrasto nei confronti di cittadini incivili e sporcaccioni. Già da tempo l’amministrazione comunale si avvale della collaborazione delle guardie zoofile volontarie per il rispetto delle normative in materia ecologica, zoofila e rurale  e di quelle che regolano ad esempio la protezione delle aree verdi urbane, nonché per la prevenzione e repressione dell’abbandono incontrollato dei rifiuti che avviene in maniera indiscriminata nel territorio. Da alcuni mesi infatti il fenomeno dell’abbandono incontrollato dei rifiuti sia da parte dei residenti di Cerveteri che di altri comuni, ha assunto dimensioni sempre più rilevanti. Per questo motivo è stato chiesto all’associazione di presentare un progetto finalizzato al miglioramento dell’attività di controllo tramite la gestione delle telecamere di sorveglianza disponibili. Saranno quindi i volontari di Fare Ambiente ad eseguire appostamenti e controlli e a procedere alla movimentazione delle quattro telecamere disponibili e a procedere alla selezione delle migliaia di immagini acquisite per mantenere solo quelle relative a comportamenti illeciti. Questa attività consente di far risparmiare una grossa parte di lavoro agli addetti della Polizia locale ai quali resta il compito di visionare le immagini e i filmati già lavorati e procedere poi  ad individuare e sanzionare i trasgressori. 
Questo tipo di impegno è molto importante e continuativo tenuto conto che i termini per la verbalizzazione e la notifica sono molto ristretti per evitare che si possa incorrere nella prescrizione delle violazioni.
Inoltre, il contributo per ogni scheda lavorata ha lo scopo di incentivare le guardie zoofile ad una maggiore disponibilità e a consegnare il materiale lavorato in tempi rapidi. 

ULTIME NEWS