Pubblicato il

Al via il regolamento per i servizi dell’infanzia

di DANILA TOZZI

LADISPOLI – Furbi e furbetti degli istituti pubblici e privati che operano nel settore dell’infanzia dal 1° settembre non avranno vita facile. Un pool di esperti formati da un vigile, un responsabile dei servizi sociali e uno dell’ufficio urbanistica saranno il “grande occhio” che controllerà sulle richieste di tutte quelle strutture che, a vario titolo, si fregiano di svolgere diversi tipi di attività quali ludoteche, baby parking i quali non sempre e non tutti rispondono ai requisiti previsti per legge. Così per riportare tutto nei parametri della normalità sarà applicato il Regolamento dei servizi per l’infanzia, rivolto a tutte quegli impianti che accolgono bimbi, di età compresa dai 3 mesi ai 6 anni.
A illustrare la novità l’assessore alla pubblica istruzione Lucia Cordeschi «Il Regolamento- afferma– prevede la concessione di autorizzazioni specifiche per varie strutture come ludoteche, asili nido, micro nidi, nidi famiglia, sale per le feste e scuola dell’infanzia, compresi pre scuola e dopo scuola. Invitiamo tutte le strutture ad attenersi scrupolosamente all’autorizzazione concessa. In particolare per ciò che riguarda l’accoglienza del numero dei bimbi indicato sull’autorizzazione e sul rispetto delle normative urbanistiche. L’amministrazione, attraverso la costituzione dell’Organo di controllo formato da tre esperti nominati da servizi sociali, polizia locale ed ufficio urbanistica, effettuerà una serie di frequenti verifiche in tutte le strutture».

ULTIME NEWS