Pubblicato il

Bastonate all’ex della figliastra: arrestato 53enne

Bastonate all’ex della figliastra: arrestato 53enne

Con l’accusa di tentato omicidio l’uomo è stato tradotto a Regina Coeli; ricercato il complice che si è dato alla fuga. La spedizione punitiva, sabato sera nei pressi di una pizzeria sulla circonvallazione Gianicolense a Roma. La vittima 37enne se l’è cavata con dieci giorni di prognosi, mentre l’aggressore ne ha avuti trenta per la frattura di una costola  

di GIULIANA OLZAI

CERVETERI – Arrestato sabato sera con l’accusa di tentato omicidio un romano residente a Cerveteri a seguito di un pestaggio furibondo in strada ai danni dell’ex fidanzato della figlia della sua convivente. Il 53enne con precedenti penali, V. O. le sue iniziali, assieme al giovane G. B., tutt’ora in fuga, si tratterebbe del figlio della convivente dell’uomo,  hanno organizzato una vera e propria spedizione punitiva con aggressione a colpi di bastone nei confronti di un 37enne romano. Il fattaccio è avvenuto sabato sera intorno alle venti nei pressi di una pizzeria sulla circonvallazione Gianicolense. Il giovane, seduto all’esterno della pizzeria, è stato aggredito dai due a bastonate, che lo hanno colpito più volte anche sulla testa davanti ai passanti e ai clienti che, nel frattempo, hanno allertato i Carabinieri. L’uomo, tenta di sottrarsi all’aggressione, riesce a scappare e trovare riparo in un garage ma è stato raggiunto dai due. Nasce una seconda colluttazione terminata grazie all’arrivo di una pattuglia dei Carabinieri della Compagnia Trastevere e anche da un’auto della pattuglia radiomobile del 112. Così i Carabinieri hanno subito bloccato uno dei due aggressori, che è stato fermato, arrestato e portato a Regina Coeli mentre l’altro è riuscito a darsi alla fuga. Proseguono le indagini per arrivare al secondo aggressore. L’uomo è stato comunque identificato ed è questione di ore la sua cattura. La vittima è stata portata all’ospedale San Camillo dove gli hanno riscontrato un trauma cranico, senza perdita di coscienza e contusioni varie con una  prognosi di dieci giorni. Ad aver la peggio l’arrestato che ha avuto trenta giorni di prognosi per la frattura di una costola. Sono stati sequestrati i due bastoni utilizzati per l’aggressione. Dai primi accertamenti il movente va ricondotto ad una precedente relazione che la vittima ha intrattenuto con la figliastra dell’arrestato. Sembrerebbe infatti, che la ragazza dopo la fine della relazione avvenuta circa due mesi fa, avrebbe chiesto invano all’ex fidanzato la restituzione di alcuni oggetti anche di valore senza però riuscirvi. All’ennesimo rifiuto, ha raccontato tutto alla madre, compagna dell’arrestato, e quindi  la spedizione punitiva da parte del fratello e del patrigno.

ULTIME NEWS