Pubblicato il

Botta e risposta sull'Estate Caerite tra Ramazzotti e Pascucci

CERVETERI – Nel giro di qualche ora arriva la risposta del sindaco Pascucci al commento di Lamberto Ramazzotti, consigliere di opposizione che sul suo profilo facebook scrive: «Questa mattina (ndr ieri) nel leggere un quotidiano locale, il Sindaco, tra le tante esternazioni, elogia i tanti eventi organizzati a Cerveteri, che a suo dire, io aggiungo solo da lui stanno avendo un grande successo di pubblico. Caro Alessio. Da quanto dici si vede chiaramente che Cerveteri non la vivi, basta uscire la sera (come faccio) per rendersi conto del vuoto, della noia, della tristezza della città. Con un pizzico di polemica mi permetto di far osservare che in vari post di piccole iniziative della estate cerite( quale?) viene continuamente riportato: Organizzata dall’assessora Battafarano. Faccio notare che le iniziative vengono finanziate dal Comune(denaro pubblico), sarebbe corretto dire dall’assessorato competente e non da una singola persona. Ricordo che la campagna elettorale è finita da tempo». «Leggo con stupore – ribatte Pascucci – le parole del Consigliere Lamberto Ramazzotti che parlando della nostra Cerveteri dice “basta uscire la sera per rendersi conto del vuoto, della noia, della tristezza della città”. Lo fa per criticare l’eccellente lavoro che stanno facendo la Proloco, i Rioni, le Associazioni e tantissimi artisti del nostro territorio coordinati dai nostri uffici e dagli Assessori alla Cultura Federica Battafarano e al Turismo Lorenzo Croci. Ogni sera, nonostante i pesanti tagli economici e il pochissimo tempo avuto a disposizione dopo le elezioni, le nostre piazze si animano e si riempiono di pubblico».
«Spessissimo ci sono addirittura più eventi in contemporanea nelle diverse location – continua il sindaco –  In tante sere di spettacoli purtroppo non ho mai incontrato il Consigliere Lamberto Ramazzotti, in nessuna delle riuscitissime cene rionali, né all’apertura dell’Estate Cerite con il Concerto a piazza Santa Maria della Gruppo Bandistico; non l’ho visto all’inaugurazione della meravigliosa mostra dei reperti etruschi ritrovati in corso a Case Grifoni (fino al 30 settembre), e neanche a uno dei numerosissimi eventi organizzati dentro la Necropoli della Banditaccia (ieri sera, per la notte di San Lorenzo, abbiamo registrato come al solito il tutto esaurito ed oltre 600 ingressi in meno di tre ore).  Non so dove vede il “vuoto”, la “noia” e la “tristezza” di cui parla. Certo non nei ristoranti del centro storico che in questi giorni ci hanno ringraziato per quanto sta accadendo».
«Grazie al lavoro certosino fatto dai nostri Assessori quest’anno – spiega Pascucci – riusciamo a sopperire alle scarse risorse a disposizione con fondi provenienti dalla Regione Lazio, dalla Fondazione Cariciv, dalla Presidenza del Consiglio Regionale e da sponsor privati. Abbiamo partecipato a tutti i bandi pubblicati e, fino a ora, li abbiamo vinti tutti». «Quest’anno oltre agli appuntamenti tradizionali (Sagra dell’Uva, Etruria Eco Festival, Aspettando l’Estate, cene rionali, eventi nelle frazioni) – prosegue – abbiamo arricchito il programma con nuovi progetti. Penso a Etruria in Danza, iniziativa che ha riscosso un successo enorme; all’appuntamento con la Lirica e la musica classica che si estenderà a 4 giornate (16-19 agosto); alla nuova edizione arricchita di PiaCaere Etrusco, organizzato insieme alle realtà enogastronomiche all’interno della Necropoli della Banditaccia (si terrà nei giorni 8-9-10 settembre); alla prima edizione del Festival del Cinema dedicato alla pellicola che si terrà anch’esso nel sito UNESCO della Banditaccia con la direzione artistica di Boris Sollazzo». 
«Soltanto grazie al grandissimo impegno di chi come noi crede che la nostra città debba ripartire dalla Cultura e dal Turismo, soltanto proseguendo con quel lavoro faticoso ma importante fatto in questi cinque anni, è stato possibile tutto questo – conclude il primo cittadino – La stagione estiva 2017 è quella con il più basso investimento economico da parte del Comune della storia della città. Non ne siamo contenti, per niente. Crediamo che i soldi investiti nella Cultura e nel Turismo siano un investimento». 

ULTIME NEWS