Pubblicato il

Tributi locali, nessuna agevolazione

Tributi locali, nessuna agevolazione

Rottamazione delle cartelle esattoriali. Problemi per i cittadini. Diverse segnalazioni per rateizzazioni su base mensile per un massimo di quattro rate 

CIVITAVECCHIA – Anche le cose più semplici al Pincio stanno divendendo vere e proprie imprese titaniche. Così la rottamazione delle cartelle esattoriali, provvedimento sul quale si era trovato una pressoché uniforme approvazione tra le diverse forze politiche, diviene fonte di polemica. Mutuando le disposizioni della Legge, infatti, il Regolamento approvato dal Consiglio Comunale forniva la possibilità per i contribuenti di vedersi detratte sanzioni ed interessi e contemporaneamente poter definire una rateizzazione che poteva svilupparsi nell’arco di poco più di un anno.

Quale è il problema ci si chiederà? Molti cittadini hanno aderito alla proposta di rateizzazione. Prima i problemi con le “lettere di cortesia” che il Comune di era impegnato a far pervenire ai contribuenti, per illustrare la situazione debitoria di ciascuno. Poi, in questi giorni, sono arrivate le prime lettere del Comune che accetta la rottamazione. Invece di proporre una rateizzazione su 12/15 mesi, come previsto, la stessa è fatta su base mensile per un massimo di quattro rate. Comprensibile lo sconforto dei contribuenti che avevano aderito alla rottamazione poiché evidentemente in difficoltà nel pagare somme ingenti con scadenze ravvicinate.

«Ho chiesto di rateizzare i 600 euro in un anno. Ce la avrei fatta a pagare – dice una anziana signora – ma così, dovendo pagare in quattro mesi, per me diviene impossibile». Resta da vedere se si stratti di casi isolati (sembra comunque strano che la rateizzazione possa essere uscita mensile solo per qualcuno) oppure c’è da capire come sia potuta accadere una cosa del genere che di fatto vanifica lo spirito stesso della definizione agevolata del tributo per il cittadino, non essendoci, di fatto, alcuna agevolazione.

ULTIME NEWS