Pubblicato il

Stasera in piazza Veneto a Tolfa il concerto gratuito di Ron

Soddisfatto il sindaco Luigi Landi che invita tutti a non mancare a quest'appuntamento e lancia l'appello a venire a Tolfa anche domani per un altro live d'autore, il Palio degli anelli, i fuochi pirotecnici e la tombola 

Soddisfatto il sindaco Luigi Landi che invita tutti a non mancare a quest'appuntamento e lancia l'appello a venire a Tolfa anche domani per un altro live d'autore, il Palio degli anelli, i fuochi pirotecnici e la tombola 

di ROMINA MOSCONI

TOLFA – Cresce l’attesa per il grande concerto di Ron, l’amato cantautore italiano che stasera a Tolfa sarà il protagonista dell’imperdibile concerto gratuito in piazza Vittorio Veneto, una chicca che il sindaco Luigi Landi hanno voluto regalare ai propri concittadini. Ecco quindi un altro evento di prestigio a Tolfa: questo live fa parte del calendario dei festeggiamenti in onore del patrono Sant’Egidio; il live di stasera è organizzato dalla Pro Loco e dal Comune di Tolfa col contributo della Regione Lazio.

Orgoglioso il sindaco Landi che si dice orgoglioso del successo ottenuto con tutti gli eventi del cartellone estivo. “Come amministrazione puntiamo sui festival artistici e musicali – spiega il sindaco Luigi Landi – e dopo tutti quelli estivi abbiamo confezionato il calendario per il patrono Sant’Egidio . Dopo il concerto di Alice Paba, una vera eccellenza di Tolfa ormai lanciata sulla scena musicale nazionale dopo la partecipazione a Sanremo ed impegnata nel tour “Se fossi un angelo”, che ha tenuto ieri sera in piazza Veneto il suo live presentando ad un foltissimo pubblico accorso in città il suo primo cd e stasera si esibirà Ron. Ringrazia per il supporto costante la Fondazione Cariciv e i fedeli sponsor locali, i cui contributi si aggiungono a quelli di Comune, Regione Lazio e Pro Loco. Grazie a questo sostegno economico anche quest’anno proporremo lo spettacolo pirotecnico “Sipario di luce” che si terrà alle 23 domani sera dopo il Palio degli anelli a Poggio Cetraulli. Ricordo a tutti, poi, che in piazza Vittorio Veneto, domenica sera ci sarà l’esibizione di Claudio Voice e, a seguire, la tombola. Sono particolarmente orgoglioso di questi fuochi d’artificio, perchè credo siano tra i più belli della regione: si muovono, infatti, sulle note delle colonne sonore”.

Rosalino Cellamare, più noto al pubblico come Ron è uno dei più importanti e amati cantautori italiani. La sua carriera è iniziata nel 1970 debuttando sul palco del Festival di Sanremo con “Pa’ diglielo a Ma’”, conquistando da subito notorietà e favore del pubblico. Negli anni ‘70 l’amicizia e la collaborazione con Lucio Dalla, la stesura delle prime musiche (di Ron è “Piazza Grande”, la canzone che Dalla ha portato a Sanremo nel ‘72), gli album sperimentali, i concerti impegnati (tra cui il celebre “Banana Republic”, con Dalla e De Gregori nel 1979) e una parentesi nel cinema (“Lezioni private”, “In nome del Papa Re”, “L’Agnese va a morire”, “Turi e i Paladini”, “Mascagni”) lo hanno lanciato definitivamente nel gotha della musica italiana. Nel decennio successivo, grazie agli album “Una città per cantare”, “Al centro della musica” e “Guarda chi si vede” Ron è divenuto uno degli artisti più amati consolidando il suo successo tra gli addetti ai lavori ed il grande pubblico.  Tra il ’90 e il ’96 sono arrivate al grande successo alcune sue canzoni:  “Attenti al lupo”, “Non abbiam bisogno di parole”, “Le foglie e il vento” e “Vorrei incontrarti fra cent’anni”, con la quale ha vinto in duo con Tosca il 46° Festival di Sanremo. Nell’album “‘70/’00” ha duettato con amici e colleghi passando dal “Fab Four tour” dell’estate del 2002 con Fiorella Mannoia, Pino Daniele e Francesco De Gregori sino al 2006 al doppio cd “Ma quando dici amore” (i cui proventi furono devoluti a favore dell’Associazione Italiana Sclerosi Laterale Amiotrofica per la lotta contro questa terribile malattia neurodegenerativa) e, nel 2008, a “Quando sarò capace d’amare”. Dopo cinque anni dall’ultimo lavoro discografico e tanta contaminazione anglo- americana, Ron è ritornato a far furore nel 2013 con “Way Out”; è del 2014 il successo del brano “Un abbraccio unico” presentato al Festival di Sanremo e contenuto nell’omonimo album. A dieci anni da quel primo album di duetti e d’impegno contro la SLA, Ron ha fatto uscire il suo ultimo lavoro: “La forza di dire sì”, un doppio cd contenente 24 duetti e 2 canzoni inedite, i cui proventi saranno anche questa volta devoluti alla ricerca contro la Sclerosi Laterale Amiotrofica. Quest’anno, dopo la partecipazione a Sanremo, ha ripubblicato l’album “La forza di dire sì” al quale sono stati aggiunti due inediti: “L’ottava meraviglia” e “Ai confini del mondo”. 

ULTIME NEWS