Pubblicato il

Il Comitato 14 maggio ricorda il bombardamento del 30 agosto

CIVITAVECCHIA – Il Comitato 14 maggio ricorda il bombardamento del 30 agosto 1943.

“I danni arrecati alla città furono ancora una volta immani – scrivono – nonostante la totale distruzione dell’infrastruttura già avvenuta il 14 maggio dello stesso anno, mentre tra la popolazione, a differenza del primo attacco, si registrarono meno vittime”. Secondo il Comitato, tra le numerose foto scattante in seguito alla sciagura dei bombardamenti, due emergono significativamente.

“Si tratta – dicono – delle fotografie in cui appaiono la statua di San Francesco d’Assisi, situata nell’omonimo largo, e il Monumento ai caduti della grande guerra, situata nel piazzale degli Eroi”. Il Comitato conclude spiegando come i due monumenti, “possono essere visti con fierezza come un vessillo mai catturato e che continua a sventolare, nonostante tutto, sulla città”.   

ULTIME NEWS