Pubblicato il

Tarzia ai saluti. Leone nuovo comandante della Capitaneria di Porto

Tarzia ai saluti. Leone nuovo comandante della Capitaneria di Porto

Sotto un diluvio incessante si è svolto il passaggio di consegne del Comando della Direzione Marittima del Lazio. Al Contrammiraglio Giuseppe Tarzia, che assumerà il comando della Direzione Marittima della Toscana, è subentrato il Capitano di Vascello Vincenzo Leone, proveniente dal Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di porto.  VIDEO

Sotto un diluvio imponente e davanti alle principali istituzioni locali si è svolta presso il Forte Michelangelo la solenne cerimonia di passaggio di consegne del Comando della Direzione Marittima del Lazio, alla presenza del Comandante generale del Corpo delle Capitanerie di porto, Ammiraglio Ispettore Capo Vincenzo Melone. 
“Dispiace che le condizioni meteo non hanno reso possibile di poter esprimere l’apprezzamento nei confronti dell’ammiraglio Tarzia che ha lavorato bene per il porto e per la comunità sia per quanto riguarda l’attività di polizia giudiziaria a tutela dell’ambiente e della pesca ma soprattutto per quanto riguarda gli usi civili del mare. Vorrei ad esempio ricordare il discorso dei fumi delle navi cosi come l’accorpamento dei piloti di Fiumicino con Civitavecchia e la capacità di rendere libero il servizio di rimorchio”.
Al Contrammiraglio Giuseppe Tarzia, che tornerà praticamente a casa assumendo il comando della Direzione Marittima della Toscana, è subentrato il Capitano di Vascello Vincenzo Leone, proveniente dal Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di porto. 
“Spero non si dica che un Comandante arrivato dalla Sicilia abbia portato la pioggia a Civitavecchia – ha spiegato il nuovo comandate della Direzione marittima regionale Vincenzo Leone -.  Cercheremo di portare avanti quanto di buono fatto dal nostro predecessore”.
Si è cosi concluso il mandato dell’Ammiraglio Tarzia a Civitavecchia caratterizzato da 4 anni di intenso lavoro in cui, sotto la sua direzione, i 3 compartimenti marittimi di Civitavecchia, Roma-Fiumicino e Gaeta e i 17 comandi minori, dislocati sul territorio regionale, hanno garantito sui 330 km di litorale di giurisdizione la sicurezza della vita umana in mare e della navigazione, la tutela ambientale e gli altri compiti d’istituto.
“E’ una giornata memorabile per la pioggia, per la partecipazione e per quanto fatto in questi quattro anni. Un lavoro intenso che spero  possa lasciare traccia nei prossimi anni. Si può fare sempre meglio e credo che il mio successore sarà in grado di farlo”.

VIDEO
 

ULTIME NEWS