Pubblicato il

Botte alla compagna incinta: arrestato dai Carabinieri

Botte alla compagna incinta: arrestato dai Carabinieri

Ciadiano 33enne finisce in manette in via Amba Aradam. L’uomo ha tentato anche di aggredire i militari dell’Arma. Furto di corrente elettrica: civitavecchiese finisce ai domiciliari 

CIVITAVECCHIA – Carabinieri impegnati su due diversi fronti nelle ultime ore, con le pattuglie allertate in un caso dai cittadini, in un altro dall’Enel. L’altra sera intorno alle 23,30, infatti, proprio mentre alla Marina si stava svolgendo il concerto a sostegno delle popolazioni colpite dal terremoto, un cittadino ha segnalato una grave situazione: lite in corso in via Amba Aradam tra una coppia di extracomunitari, con l’uomo pronto ad alzare le mani sulla compagna incinta. Sul posto si sono precipate due pattuglie dell’Arma, una del nucleo radiomobile comandato da tenente Roberto Lacatena, l’altra della stazione Porto agli ordini del maresciallo Gianluca Cologgi, che hanno cercato di contenere la furia del ciadiano di 33 anni, il qale si era già scagliato contro la compagna colpendola più volte. Un cittadino avrebbe tentato di ricondurre l’uomo alla ragione, ricevendo in cambio minacce e insulti. La situazione non è migliorata con l’arrivo delle forze dell’ordine: il ciadiano ha tentato di aggredire pure i Carabinieri, motivo per il quale è stato arrestato con l’accusa di minacce, violenza e resistenza a pubblico ufficiale. 
Il giorno prima, sempre gli uomini di Lacatena, sono intervenuti invece presso una casa di campagna in zona Boccelle su segnalazione dell’Ene che a quanto pare  avrebbe riscontrato un furto di corrente elettrica. Sul posto i militari della stazione Porto insieme ai tecnici Enel, nel tentativo di appurare quanto denunciato. In effetti, stando a quanto accertato, qualcuno aveva creato un allaccio abusivo alla corrente pubblica, riuscendo ad appropriarsi di corrente per un totale di circa settemila euro. Il proprietario di casa, vista la flagranza di reato, è stato arrestato con l’accusa di furto aggravato. Venerdì la direttissima, ora l’uomo si trova ai domiciliari.

ULTIME NEWS