Pubblicato il

Marco Segato parla del film ‘‘La pelle dell’orso’’

Marco Segato parla del film ‘‘La pelle dell’orso’’

Intervista al vincitore del Santa Marinella Film festival

SANTA MARINELLA – Il premio alla miglior regia del Santa Marinella Film Festival è andato a Marco Segato con l’opera “La pelle dell’orso”. Laureato con una tesi su Martin Scorsese, Segato è stato regista di documentari e di concerti spettacolo. Com’è nato il film La pelle dell’orso?

«E’ nato dopo aver letto il libro da cui ho tratto la pellicola – spiega il regista – l’autore del libro Matteo Righetto era un collega di università e da anni non ci vedevamo. Un giorno ci siamo rivisti in stazione a Padova mentre aspettavo il treno per Roma. Mi chiese di leggere il libro uscito due giorni prima, io lo comprai e durante il viaggio me ne innamorai. Ho subito pensato potesse diventare un bel film dove si potevano mischiare i canoni del film d’avventura, di viaggio di formazione e le tante istanze letterarie che mettono l’uomo di fronte alla natura. Ho pensato allo scenario straordinario delle Dolomiti, a Marco Paolini come protagonista e a un orso che avrebbe incarnato tutte le paure del protagonista”.

La risposta del pubblico e della critica ha soddisfatto le attese?

“Il film, nonostante sia uscito in circa trenta copie, ha avuto un ottimo riscontro di pubblico – risponde Segato – ho fatto tantissime presentazioni e ho trovato sempre grande partecipazione dagli spettatori, colpiti dal ritmo lento, dal silenzio e dalla forza della natura. Anche il percorso ai festival è stato molto gratificante, siamo stati invitati ad oggi a circa 40 festival in Italia e all’estero, infatti sono stato in Corea del Sud, in Canada, in Giappone e ben sette volte in Francia. Il film ha vinto il Grand Prix ad Annecy, il premio Flaiano Opera prima, il Globo d’oro per la fotografia e sono stato candidato ai David di Donatello come miglior regista esordiente. E infine è arrivato anche il premio per la miglior regia al Santa Marinella Film Festival, una manifestazione storica ed importante dove una giuria di grande livello ha scelto il nostro film e questo ci dà un’enorme soddisfazione”. (Gi.Ba.)

ULTIME NEWS