Pubblicato il

Migranti, da Fiumicino alla Sicilia

Migranti, da Fiumicino alla Sicilia

Terza missione di soccorso del mezzo della Guardia Costiera nel Canale. Farà parte del dispositivo aeronavale che costituisce l’avamposto delle coste nazionali. Prima di partire consegnata ieri la tradizionale foto incorniciata della nave

FIUMICINO – La motovedetta CP 284 della Capitaneria di Porto di Roma ha lasciato la sua normale sede di servizio per dirigersi, per la terza volta, nelle acque del canale di Sicilia per attività di sorveglianza marittima volta alla tutela della vita umana in mare nel Mediterraneo centrale, operando nell’ambito della 7ª Squadriglia Guardia Costiera di Lampedusa.
La motovedetta, al comando del 1° M.llo Fabrizio Alessandro e con altri membri di equipaggio, raggiungerà quindi nei prossimi giorni l’isola siciliana, rilevando un analoga unità, anch’essa appartenente alla Direzione Marittima del Lazio, che in questi mesi è stata distaccata a Lampedusa. La durata della missione, di circa due mesi, rientra nell’ambito dei periodici avvicendamenti che la Direzione Marittima del Lazio assicura, con i suoi mezzi navali, al pari delle altre direzioni regionali del Corpo delle Capitanerie di Porto, provenienti da tutta Italia, al dispositivo aeronavale che costituisce l’avamposto delle coste nazionali nello stretto di Sicilia.  
Ieri mattina Il personale della motovedetta nel lasciare il Porto ha salutato e omaggiato con un piccolo ricordo, la tradizionale foto incorniciata della nave, il Comandante della Capitaneria di Porto di Roma Capitano di Vascello (CP) Fabrizio Ratto Vaquer che nei prossimi giorni lascerà, dopo un periodo di quasi due anni, il Comando del Compartimento Marittimo di Roma, alla presenza del nuovo Direttore Marittimo del Lazio, il Capitano di Vascello (CP) Vincenzo Leone.

ULTIME NEWS