Pubblicato il

Tentato omicidio: resta in carcere il marocchino

Tentato omicidio: resta in carcere il marocchino

Il gip del tribunale di Civitavecchia ha confermato l’impianto accusatorio

TARQUINIA – Si era scagliato contro un connazionale con l’intento di colpirlo all’addome con un punteruolo. Il marocchino di 48 anni, arrestato dalla Polizia del Commissariato di Tarquinia per tentato omicidio, dovrà rimanere in carcere. Lo ha deciso il gip del tribunale di Civitavecchia che ha confermato la misura della custodia cautelare in carcere dove è recluso da sabato.

Il fatto ricostruito dagli uomini della Volante del Commissariato di Tarquinia intervenuti sul posto è avvenuto durante i festeggiamenti del Sacrificio, presso il campeggio Riviera degli Etruschi.

Il marocchino, ubriaco, secondo l’accusa avrebbe tentato di colpire con un punteruolo il coetaneo. Fortunatamente è stato individuato e arrestato dagli uomini della polizia di stato del Commissariato di Tarquinia, diretto dal vicequestore aggiunto Fabio Zampaglione.

ULTIME NEWS