Pubblicato il

Torna la "Festa della Madonna delle Grazie"

Torna la "Festa della Madonna delle Grazie"

Il priore dell’Arciconfraternita del Gonfalone Trotti: "Ripristineremo una tradizione antica che vede la processione passare lungo il mare". Appuntamento con la fede e con la cultura domani a partire dalle 18 alla Cattedrale VIDEO

CIVITAVECCHIA – Grande appuntamento con la fede e con la cultura domani a Civitavecchia. L’Arciconfraternita del Gonfalone come ogni anno darà vita alla “Festa della Madonna delle Grazie”, una festa che nei secoli ha intrecciato la storia della chiesa della Stella e dell’Arciconfraternita del Gonfalone con la storia della nostra città. 

“Ripristineremo una tradizione antica che vede la processione passare lungo il mare – spiega il priore dell’Arciconfraternita del Gonfalone, David Trotti – abbiamo, deciso insieme a don Cono (parroco della Cattedrale che ringraziamo per il supporto e gli stimoli che ci continua a dare) di portare a spalla la Statua della Madonna delle Grazie in segno di devozione attraverso le vie di Civitavecchia e le Calate del Porto. La Madonna verrà portata da portatori che appartengono a molte parrocchie e gruppi della nostra città e questo per dar segno e simbolo del fatto che la Madonna delle Grazie protegge tutto il territorio”.

La solenne celebrazione eucaristica sarà  presieduta da padre Mario Betterio (agostiniano e parroco della Basilica Papale di S. Pietro in Vaticano) che si svolgerà domani pomeriggio alle 18 in cattedrale: “Vivremo la processione che quest’anno avvolgerà tutto il Centro Storico ripercorrendo i luoghi alle origini di ciò che siamo. Viaggeremo dentro la storia della nostra città e pregheremo tutti insieme perché Maria protegga e spanda le sue Grazie su Civitavecchia – prosegue Trotti – ci fermeremo di fronte alla Santissima Concezione e a piazzale degli Eroi, proseguiremo poi all’interno del porto dove verrà data la benedizione al mare. Usciremo da porta Livorno e passeremo per piazza Calamatta antica sede del comune di Civitavecchia del vecchio ospedale e della chiesa di San Paolo che ha visto nei secoli la presenza della Arciconfraternita a supporto dei malati e dei bisognosi. Saliremo lungo colle dell’ulivo fino ad arrivare davanti la chiesa di Santa Maria dell’orazione e morte altro pilastro della nostra storia. Poi seguendo le antiche mura riporteremo la Madonna nella sua casa di Piazza Leandra. Proseguiremo in questo simbolico viaggio di affidamento e supplica a Maria domenica 10 settembre: la chiesa della Stella sarà aperta dalle 10 alle 12 e dalle 16 alle 20 alla supplica. Invitiamo ogni Civitavecchiese ad unirsi a noi anche solo per un momento nell’arco della giornata, ricordando che la preghiera è uno strumento potentissimo di Grazie”. 

Il priore Trotti ricorda che il previsto concerto che si doveva tenere sabato alle 21 alla Stella è stato annullato per indisponibilità del maestro Castellani. 

Rom.Mosc.

VIDEO

ULTIME NEWS