Pubblicato il

Tra le profezie: Agresti via come preside dalla città

Tra le profezie: Agresti via come preside dalla città

Continua la vicenda sulle pressioni subite dal dirigente scolastico dopo la rimozione di una collaboratrice. Nella chiamata del presunto Miur il fatto che il dirigente sarebbe stato allontanato da Ladispoli

LADISPOLI – Dopo la reggenza alla Ladispoli 1,  una cacciata da tutte le scuole di Ladispoli per il Preside Riccardo Agresti?

Se le preveggenze estive verranno ancora confermate, come sembra sia successo per il caso portato alla luce ieri, questa è un’eventualità che potrebbe accadere.

Dopo il rifiuto del dirigente di riposizionare una sua collaboratrice rimossa, tornata al suo posto dopo il cambio di reggenza, si viene a sapere che, tra le pressioni di colui che ha «amichevolmente» consigliato il preside nella telefonata di questo anno, vi era anche la minaccia di una sua dipartita dalle scuole della città del litorale.

A telefonare al dirigente anche “un amico (che chiamerò prof. ‘Astittico’ per semplicità) il quale con due telefonate, nella prima mi chiede di ritornare sulla mia decisione e mantenere come mia collaboratrice la ex ‘vicaria’ per fagli un ‘favore personale (lui mi avrebbe, in cambio, fatto avere la reggenza in un liceo vicino la mia abitazione per il prossimo anno), nella seconda mi dice che devo tener conto che lui ha ‘bloccato’ alcune denunce, nei miei confronti a livello di USR, relative a sanzioni disciplinari comminate ad alcuni alunni dai relativi consigli di classe».s Nel frattempo genitori divisi sulla decisione del direttore generale. Da un lato collaboratori e genitori fortemente dispiaciuti per non avere anche quest’anno Agresti come dirigente, dall’altro chi invece ha accolto favorevolmente la decisione. Ma al di là del merito della decisione, rimangono inquietanti i metodi ed i risvolti sui quali si spera qualcuno possa fare ufficialmente chiarezza al fine di fugare dubbi sulla trasparenza della gestione delle dirigenze.

ULTIME NEWS