Pubblicato il

Dehors, Gismondi: "Serve una conclusione al più presto"

Dehors, Gismondi: "Serve una conclusione al più presto"

Ancora nessuna nuova e la speranza che il nuovo regolamento venga approvato in tempi ragionevoli sembra essersi persa nei labirinti della burocrazia. Nunzi: "Si faccia presto"

di FRANCESCO BALDINI

Gli anni si accumulano e il regolamento sembra smarrito nelle stanze di Palazzo del Pincio. Nonostante l’innegabile buona volontà dell’assessore all’Urbanistica Alessandro Ceccarelli l’attesa è diventata qualcosa di ridicolo.

“Ci siamo lasciati due mesi e mezzo fa – spiega Alessio Gismondi, presidente Cna Civitavecchia – e ancora siamo a questo punto. È assurdo che si debba essere ostaggi di qualsiasi cosa, le imprese sono poco interessate ai periodi di fermo amministrativo, serve una conclusione e al più presto”.

Una posizione critica quella di Gismondi che sottolinea come l’impossibilità di mettere la parola “fine” a questo capitolo della storia amministrativa a cinque stelle stia rasentando il ridicolo.

“I commercianti sono allo stremo – sottolinea il presidente della Cna Civitavecchia – la nostra associazione si è sempre messa a disposizione con tutta la buona volontà ed ora ci andiamo ad arenare sulla burocrazia. La Cna ed il Comitato interprofessionale si sono messi a disposizioni con i propri tecnici per risolvere eventuali problemi tecnici. Sarebbe ora di chiudere questa vicenda il prima possibile – conclude Gismondi – l’amministrazione dovrebbe tenere il passo con gli imprenditori”. Della stessa opinione il commissario Confcommercio Civitavecchia Tullio Nunzi.

“I tempi di burocrazia e politica non sono adatti per fare impresa – commenta duramente Nunzi – servirebbe un corridoio privilegiato per questo regolamento, non è concepibile che si impieghino tre anni. Gli imprenditori hanno bisogno di risposte – conclude – si faccia presto”. Intanto Confcommercio è stata costretta a bloccare la sua conferenza di servizio in attesa del regolamento definitivo.   

ULTIME NEWS