Pubblicato il

Santa Marinella, il ‘‘baratto’’ per scambiare servizi e favori

Santa Marinella, il ‘‘baratto’’ per scambiare servizi e favori

L’idea di Rita Alaimo sbarca su sui social network  

S. MARINELLA – Grazie all’iniziativa di Rita Alaimo, i cittadini della Perla del Tirreno hanno la possibilità di interagire attraverso i social network per aiutare persone in difficoltà, per accompagnare anziani in farmacia, e di potersi scambiare “favori” tra loro utilizzando il sistema del baratto. E’ attivo da un paio di giorni un profilo facebook chiamato “Baratto” a cui potranno rivolgersi tutti coloro che vogliono scambiare servizi e favori, con altre cose frutto della natura. «Un’idea – dice la signora Rita Alaimo – che è nata qualche tempo fa tendente a creare, a S. Marinella, una cosa che va alla grande in molti posti che conosco, cioè il baratto. Un baratto di materie prime e servizi, visto che sempre più persone hanno problemi economici, sempre più cittadini avrebbero bisogno di cose che non possono permettersi e poi ci sono persone che hanno qualcosa in esubero. Ecco perché è nato il baratto. Faccio un esempio, sono anziana e non riesco a pulire i vetri, però ho le uova delle mie galline, faccio una proposta e a chi l’accetta io regalo le uova mentre lei mi da un’altra cosa in cambio, dunque i due contatti fanno lo scambio in privato. Porto un altro esempio, io sono brava in tante cose, ma non trovando un lavoro vero, mi arrangio e molte mie capacità vanno perse. Le scambierei volentieri con i frutti della terra di chi ha un orto o con qualcuno che mi aiuti a fare dei lavoretti che da sola non riuscirei a fare a casa. Potrebbe anche essere un salvataggio per chi si sente solo o per chi non ha scelta o sta male, senza perdere la propria dignità, un aiuto tacito anche per i bisognosi. Ho creato un profilo facebook con regole precise e spero che possa essere un vicolo per aiutarsi a vicenda».

ULTIME NEWS