Pubblicato il

Chikungunya, tutto quello che c'è da sapere

Chikungunya, tutto quello che c'è da sapere

Arriva il Chikungunya in Italia ed alcuni casi sono stati riscontrati a poche decine di chilometri da Civitavecchia. A Roma Sud Est infatti sono ben  17 i soggetti risultati positivi a questa malattia tropicale. Un dato che ha messo in preallarme tutte le Asl della Regione Lazio che ha avvertito nosocomi e dottori di segnalare le eventuali persone che, affette da febbri, abbiano trascorso del tempo nella zona sudest di Roma nelle due settimane precedenti.

Ma cos’è questa malattia e cosa comporta?

Il nome deriva da un termine del sudest della Tanzania, makonde, che significa contorcere. La parola spiega già gli effetti di questo virus che tendono a dare febbre nei primi quattro giorni di trasmissione e dolori alle articolazioni e fastidiosi mal di pancia che possono durare mesi. La malattia può diventare fatale per soggetti a rischio come bambini ed anziani. Il virus si trasmette attraverso le zanzare. Un soggetto infetto, viene pizzicato da una zanzara, che diventa portatore del virus. Pungendo più persone la stessa zanzara porta il virus ad espandersi. La malattia è particolarmente diffusa nelle zone tropicali africane e caraibiche dove la temperatura favorisce la sopravvivenza delle zanzare per tutta la durata dell’anno.

Come ci si protegge?

Esiste un vaccino che non è mai stato diffuso in Europa visto i pochi casi finora registrati. Ci si protegge come in estate ci si protegge dalle zanzare. Con repellenti e zanzariere.

Non si può più donare?

I 17 casi registrati nel Lazio hanno indotto la Asl Roma 2 a sospendere le donazioni. Inoltre tutti coloro che sono passati o lavorano a Roma Sud Est dovranno attendere del tempo per donare sangue anche nel nostro comprensorio. Se si è passati per Roma Sud Est basterà attendere sette giorni. Se invece si lavora o ci si dirige abitualmente nella zona sudest di Roma sarà necessario un attesa di 28 giorni senza tornare nel posto in questione per poter donare. 

Il Centro nazionale sangue organizzerà inoltre per domani un coordinamento tra tutte le ASL per favorire una mobilità di sangue nelle zone che non potranno usufruire dei donatori.

VIDEO

ULTIME NEWS