Pubblicato il

Ardita: “Le sue parole sono già passato”

Per il consigliere è necessario un incontro con comitato pendolari, osservatorio regionale e Codacons

Per il consigliere è necessario un incontro con comitato pendolari, osservatorio regionale e Codacons

LADISPOLI – Per il consigliere comunale di Fratelli d’Italia di Ladispoli Giovanni Ardita le parole pronunciate dall’assessore regionale Michele Civita sono già al passato.

Parliamo della soluzione al problema del treno parcheggiato acceso la notte presso la stazione di Cerveteri-Ladispoli che crea non pochi disagi ai residenti.

Per il consigliere Ardita “L’Assessore Civita non era a conoscenza che il treno è stato già una volta spostato. Dalle affermazioni fatte lunedì 11 settembre presso l’assessorato ai trasporti dai vertici di Trenitalia e due ingegneri, l’ultima misurazione dei decibel era avvenuta con l’ultimo spostamento del convoglio dalla parte centrale di via delle Azelee a lato destro della via vicino a via dei ciclamini”.

“Escludo al 99% – continua il consigliere – che il treno torni posizionato davanti alla piattaforma centrale della stazione, l’1% me lo riservo in quanto sono i vertici di Trenitalia regionale e l’ assessorato ai trasporti che si sono fatti garanti di quanto hanno dichiarato nella riunione tenutasi a seguito dell’interrogazione presentata dal consigliere regionale di fratelli d’Itali Fabrizio Santori”.

Il consigliere poi allarga la sua riflessione ai lavori di ristrutturazione urgenti alla stazione: “Sono certo che per approfondire le varie problematiche in corso: chiusura dei bagni della stazione, ricostruzione pensilina, istallazione biglietteria automatica e treno rumoroso delle 22.35 è necessario convocare una riunione con la partecipazione del Comitato dei Pendolari l’Osservatorio Regionale e il Codacons all’assessorato ai trasporti davanti ai dirigenti di RFI e Trenitalia per seguire attentamente queste problematiche”.

ULTIME NEWS