Pubblicato il

Omicidio Noemi. Battilocchio: "I giovani vanno consapevolizzati"

Omicidio Noemi. Battilocchio: "I giovani vanno consapevolizzati"

L’omicidio della giovanissima Noemi Durini ha riportato all’attenzione dei media nazionali il tema della violenza sulle donne. Una tematica toccata da diversi progetti nel nostro comprensorio ed in particolare da “Se la conosco la evito” realizzato dall’antropologa Caterina Battilocchio insieme all’istituto Calamatta di Civitavecchia e  finanziato dalla Presidenza del consiglio dei ministri – Dipartimento per le Pari Opportunità.

“È importante che si sensibilizzino e si educhino le giovani generazioni al rispetto della parità di genere ed alla condanna di ogni forma di discriminazione e di pregiudizio– ha spiegato l’antropologa -. Sono queste infatti le basi dell’ agire violento. Il nostro progetto ‘Se la conosco la evito’, realizzato dall’istituto Calamatta, punta proprio a questo. Consapevolizzare gli studenti a farne dei portatori di una cultura del rispetto dell’uguaglianza di genere”.

Secondo la Battilocchio in Italia si tende a parlare di violenza di genere solamente quando si tratta dell’argomento immigrati. “E’ proprio cosi. L’etnicizzazione di questo crimine è da condannarsi in maniera forte ed inequivocabile: la violenza verso le donne è un fenomeno universale, che attraversa i confini geografici, etnici e sociali”.

ULTIME NEWS