Pubblicato il

Incendi alla Caldara, Bruni: "Grazie all’impegno di tutto il personale"

Incendi alla Caldara, Bruni: "Grazie all’impegno di tutto il personale"

Il sindaco di Manziana ringrazia i volontari impegnati 

MANZIANA – “Grazie all’impegno del personale e dei volontari impiegati per lo spegnimento delle fiamme, il meraviglioso bosco di betulle della Caldara è stato salvato, anche se qualche esemplare di betulla purtroppo è stato interessato direttamente”. 

Il sindaco di Manziana Bruno Bruni traccia un bilancio dell’incendio che tra la fine di agosto e gli inizi di settembre ha distrutto 400 ettari di bosco, mancando in fumo la Castagneta. “L’incendio – scrivono dal comune di Manziana – di chiara origine dolosa, è partito e si è esteso nel territorio del Comune di Bracciano ed è arrivato solamente a lambire il monumento naturale della Caldara”. 

“Come Sindaco e rappresentante istituzionale del mio paese  – ha detto il primo cittadino di Manziana, Bruno Bruni – come prima cosa non posso che ringraziare sentitamente tutti coloro che giorno e notte hanno lavorato per evitare che uno dei nostri simboli, la Caldara, fosse distrutto dalle fiamme. L’incendio principalmente ha interessato il territorio comunale di Bracciano ma quando, spinto dal vento e dalla forza delle fiamme, è arrivato alle porte del bosco di betulle tutti noi manzianesi ci siamo sentiti ancora più feriti e minacciati. La certezza che si sia trattato di un incendio doloso ha inoltre alimentato un forte sentimento di rabbia nei confronti di quei vili che hanno commesso un atto così deprecabile: se non si ha rispetto per la natura e per la propria terra, come si può contribuire a costruire un futuro migliore per i nostri figli? Mi auguro davvero che gli autori di questo e degli altri innumerevoli incendi dolosi che hanno funestato il circondario in questa estate 2017 vengano in qualche modo identificati e esemplarmente puniti”.

ULTIME NEWS