Pubblicato il

''Bene il rinvio della Conferenza dei servizi''

La consigliera regionale del Movimento Cinque stelle Silvia Blasi interviene sulla vicenda relativa all’impianto proposto dal consorzio Pellicano La grillina: «Buschini ha dato seguito ai miei ripetuti solleciti»

La consigliera regionale del Movimento Cinque stelle Silvia Blasi interviene sulla vicenda relativa all’impianto proposto dal consorzio Pellicano La grillina: «Buschini ha dato seguito ai miei ripetuti solleciti»

TARQUINIA – Dopo il consigliere regionale di Cuori Italiani Daniele Sabatini, anche la collega del Movimento Cinque stelle Silvia Blasi prende la parola sull’impianto a biogas proposto dal Consorzio Pellicano in località Olivastro a Tarquinia.

La Regione Lazio ha infatti espresso la disponibilità a posticipare la Conferenza dei servizi, prevista per il 20 settembre. La proposta è stata avanzata dallo stesso Sabatini ma la grillina non vuole essere da meno.

«Finalmente l’assessore Buschini – dice la consigliera grillina Silvia Blasi – ha dato seguito ai miei ripetuti solleciti, posticipando la conferenza dei servizi per la realizzazione dell’impianto a biogas di Tarquinia. Nella sua risposta in aula a un’interrogazione sull’impianto, ha citato il parere dell’Istituto Superiore di Sanità il quale afferma che non ci sarebbero rischi per la salute e l’ambiente data la scarsa antropizzazione dei luoghi. Tale parere è improprio e criticabile in quanto è ben noto che ci sono abitazioni a distanza zero dal sito di realizzazione del progetto oltre ad altre abitazioni a distanza di poche decine di metri. Ricordo che lo stesso ISS afferma “la mancanza di criticità di inquinamento ambientale” in quell’area distante pochi chilometri dalla centrale a carbone Tvn Enel e dal porto crocieristico di Civitavecchia. E’ ben noto dalla letteratura scientifica a livello mondiale come le centrali a carbone diffondano inquinanti a decine di chilometri di distanza dalla fonte di emissione compromettendo pesantemente vasti territori». «Buschini – aggiunge la consigliera Silvia Blasi – invece di far riferimento ad un ente a cui non compete dare pareri in questo tipo di procedimenti, prima di completare l’iter autorizzativo da parte degli Uffici regionali dovrebbe preoccuparsi dell’acquisizione di un report su quell’impianto da parte dell’Arpa Lazio e della Asl competente che ancora non si è pronunciata in merito. Da mesi chiedo risposte precise all’assessore, che è sempre fuggito al confronto su questo argomento delicatissimo per il territorio tarquiniese, e non accetto che si faccia disinformazione a scopo elettorale sulla salute delle persone e dell’ambiente».

ULTIME NEWS