Pubblicato il

Ladispoli, Falasca: "Il viale, un inner shop center"

Il consigliere parla della sua visione di trasformazione per il centro della città

Il consigliere parla della sua visione di trasformazione per il centro della città

LADISPOLI – “Vedo nel futuro di questa città l’aggregazione di esercizi di vicinato, di piccole e medie strutture di vendita, di pubblici esercizi di somministrazione di alimenti e bevande, di imprese artigiane, turistiche e di servizi, sviluppatesi spontaneamente in aree urbane che, mediante una propria autonoma struttura organizzativa, si rivolgono al mercato quale soggetto di un’unica offerta integrata per favorire la crescita della domanda, per personalizzare e fidelizzare il servizio reso ai consumatori, nonché per realizzare una politica comune di sviluppo e di promozione del territorio interessato”.

Con queste parole il consigliere Patrizio Falasca ha annunciato la sua veduta e le sue idee per il futuro di Viale Italia.

“Bisogna organizzarsi in un “sistema” per creare un valore aggiunto – ha continuato Falasca –  affinché tutte le attività svolte in una determinata area possano avere un nuovo slancio e creare un’immagine diversa agli occhi dei potenziali consumatori, diventiamo quindi vere e proprie gallerie commerciali a cielo aperto, che cercano di adottare politiche e know-how proprie atte ad offrire contenuti simili e se possibile migliori di quelli offerti dai centri di grande distribuzione pianificata e organizzata.

Dobbiamo creare una fitta rete di vicinato in cui i commercianti, i ristoratori e gli artigiani si uniscano per valorizzare le loro attività e il territorio, offrano servizi migliori e costi contenuti, valorizzando il rapporto con la clientela e generando eventi e iniziative fortemente accentrate sulla valorizzazione estetica, urbanistica, ludica e della vivibilità di ogni singolo tratto commerciale, rendendo così appetibile la location d’insieme anche al potenziale consumatore non residente”.

“La possibilità di un disegno comune – ha concluso il consigliere –  con effetto sinergico tra diverse attività collocate in un contesto circoscritto e omogeneo diventa la strategia di fondo per competere e rilanciare un intero territorio e per competere ad armi pari con le immense realtà commerciali che sempre ci circondano, da professionista del settore, rilevo che, sempre più, le imprese commerciali locali vengono percepite singolarmente dal consumatore finale, nello specifico, esse, non sono in grado di risolvere molti dei problemi legati alla posizione, alla realizzazione di iniziative promozionali, alla creazione di animazione, alla programmazione di eventi impattanti etc… e tutto questo a causa delle contenute dimensioni e soprattutto alla carenza di finanze”.

ULTIME NEWS