Pubblicato il

Tarquinia, coltivava marijuana in casa: macellaio 40enne arrestato dai Carabinieri

Tarquinia, coltivava marijuana in casa: macellaio 40enne arrestato dai Carabinieri

Blitz dei Militari del luogotenente Stefano Girelli in un’abitazione. L'uomo aveva allestito, in uno stanzino nascosto dall’armadio della camera da letto, una serra perfettamente attrezzata per coltivare lo stupefacente Un44enne è stato invece sorpreso con monete di interesse archeologico: denunciato per ricettazione 

TARQUINIA – Blitz dei Carabinieri di Tarquinia lunedì mattina in un’abitazione della città. I militari del luogotenente Stefano Girelli hanno arrestato A. I. di 40 anni con l’accusa di detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti. 

I carabinieri si sono insospettiti dal forte e persistente odore proveniente dalla camera da letto dell’uomo e solo quando è stato rimosso l’armadio, è apparso il vano adibito a serra per la coltivazione e la lavorazione della marijuana. All’interno era presente il kit necessario per la coltivazione delle piante, luci, umidificatori, un essiccatoio, sei piante di marijuana messe a dimora nei vasi, oltre a 150 grammi di droga già essiccata, 140 grammi circa di polline della stessa sostanza, materiale per il confezionamento, un bilancino di precisione e una cospicua somma di danaro provento dello spaccio.
Per l’uomo, addetto alla macelleria di un supermercato, sono scattate le manette e il trasferimento presso la Casa Circondariale di Civitavecchia a disposizione della competente autorità giudiziaria.

Il blitz è avvenuto nel corso di mirati servizi di controllo finalizzati alla prevenzione e repressione dello spaccio di sostanze stupefacenti. 

I militari della stazione di Monte Romano, invece hanno denunciato un uomo di 44 anni di Tarquinia per ricettazione. Lo stesso, durante un controllo alla circolazione stradale è sta- to trovato in possesso di alcune monete di interesse archeologico e di un metal detector utilizzato verosi- milmente per segnalare il luogo dove effettuare lo scavo. Tutto il materiale è stato sottoposto a sequestro.

ULTIME NEWS