Pubblicato il

Più telecamere a Santa Marinella

Più telecamere a Santa Marinella

La giunta Bacheca ha approvato un progetto per ulteriori apparecchi per la videosorveglianza Presentata la richiesta di finanziamento alla Regione Lazio

S. MARINELLA – La Giunta Bacheca, ha approvato un progetto per l’acquisizione di ulteriori apparecchi di videosorveglianza, da installare sul territorio comunale. La richiesta di finanziamento, è stata presentata alla Regione Lazio, congiuntamente al Comune di Tolfa e prevede, nello specifico, una spesa totale di 55 mila euro, per l’acquisizione di nuove telecamere che andranno ad aggiungersi a quelle già presenti in città. Le stesse, saranno ubicate in punti sensibili e ad alta frequentazione, come nei pressi delle scuole pubbliche, via Giulio Cesare al Parco Kennedy, al Parco Martiri delle Foibe di via Lombardia, via Ponte Nuovo, nella zona ex cementificio, Lungomare Capolinaro e Piazzale Matteotti presso la stazione ferroviaria. Il progetto, è adeguato alle nuove normative in tema di safety e security dettate della Prefettura per il contrasto al terrorismo. “Abbiamo deciso di presentare questo progetto – commenta il Sindaco Bacheca – insieme al Comune di Tolfa, per cercare di estendere il sistema di videosorveglianza che, in questi anni, ha dato buoni frutti in termini di prevenzione e sicurezza. Siamo fiduciosi e ottimisti che il finanziamento venga accolto”. “Una volta ottenuto il via libera al contributo – aggiunge il consigliere comunale Massimiliano Calvo – le telecamere saranno installate in punti sensibili della città nelle vicinanze delle scuole, parchi pubblici e zone periferiche, spesso oggetto di abbandono incontrastato dei rifiuti. Abbiamo voluto fortemente proseguire sulla strada della prevenzione e controllo del territorio attraverso questo moderno e funzionale sistema di videosorveglianza. In questo senso il progetto assume anche un ruolo formativo sul comportamento civico, rendendo i cittadini degli attori attivi, responsabili della tutela dell’ ambiente urbano che li circonda, nonché attenti osservatori di eventuali atti di violenza ai quali potrebbero potenzialmente assistere e che cercheremo di contrastare anche e soprattutto attraverso questo intervento”. (Gi.Ba.)

ULTIME NEWS