Pubblicato il

Con la Misericordia mezzi speciali per gli studenti non abili

È partito il 15 settembre il servizio di trasporto scolastico per i disabili residenti a S. Marinella. Da lunedì parte anche l’assistenza in classe

È partito il 15 settembre il servizio di trasporto scolastico per i disabili residenti a S. Marinella. Da lunedì parte anche l’assistenza in classe

S. MARINELLA – E’ partito il 15 settembre il servizio di trasporto dei disabili residenti nel Comune di Santa Marinella frequentanti le scuole cittadine. L’assessore ai servizi Sociali Roberta Pasetti infatti ha attivato le procedure per dare in affidamento questo compito, che è stato assegnato alla Confraternita della Misericordia, che prende i giovani da casa e li riaccompagna nelle loro abitazioni al termine delle lezioni. Un servizio che consente ai genitori di alunni e studenti non abili, di poter contare su mezzi speciali che garantiscono la sicurezza del portatore di handicap in carrozzella. Sono infatti tre gli alunni assistiti che frequentano la scuola media statale Carducci, due che vanno al Liceo Scientifico Galilei e uno che è inserito all’Istituto Alberghiero a Civitavecchia. Il servizio coprirà l’intero anno scolastico e dunque dal 15 settembre al 9 giugno del 2018, dal lunedì a sabato. Il soggetto affidatario sta effettuando i servizi richiesti, attraverso personale di provata capacità, in possesso dei necessari requisiti di idoneità sanitaria e attitudinale, nonché attraverso mezzi di trasporto adeguati alle esigenze degli utenti e a norma di legge. Partirà invece lunedì, un altro importante servizio dedicato ai portatori di handicap e cioè la loro assistenza nelle scuole. Sotto questo aspetto, c’è stata nei giorni scorsi una vibrata protesta fatta dai genitori degli alunni che frequentano i plessi cittadini, per la mancata partenza di questo servizio che ha costretto alcune famiglie a tenere i propri figli a casa. Inoltre, per responsabilità del Ministero della Pubblica Istruzione, non è stato dato incarico agli insegnanti di sostegno di prendere servizio, ovviamente questo compito non può essere espletato dal professore, che ha la responsabilità di mandare avanti il programma scolastico e dunque impossibilitato a controllare i ragazzi disabili. «Purtroppo non è stato solo un problema nostro – confessa l’assessore ai Servizi sociali Roberta Pasetti – perché molti Comuni della zona e tanti altri della nostra Regione stanno nelle nostre condizioni. Forse, se il Ministero avesse provveduto per tempo ad inviare gli insegnanti di sostegno, il problema poteva considerarsi risolto. Noi comunque da lunedì manderemo le operatrici specializzate nelle scuole cittadine e per assistere anche gli studenti residenti a Santa Marinella ma che hanno deciso di andare a scuola a Civitavecchia». Un altro problema invece che l’amministrazione comunale doveva risolvere, era quello dell’ammissione di una cinquantina di alunni che avevano provveduto ad iscriversi allo scuolabus in ritardo. «Grazie all’ottimo lavoro svolto dall’ufficio competente – afferma l’assessore all’Edilizia scolastica Raffaele Bronzolino – siamo riusciti a modificare i tragitti degli scuolabus e ad inserire anche i ritardatari in questo servizio. Un servizio che quest’anno non ha subito aumenti e che solo dal prossimo anno scolastico verrà adeguato all’indice Istat».

ULTIME NEWS