Pubblicato il

D'Ottavio:''Hanno studiato quattro anni per farsi bocciare?''

D'Ottavio:''Hanno studiato quattro anni per farsi bocciare?''

Il coordinatore di Forza Italia attacca la giunta dopo il fallimento del piano Savignani

CIVITAVECCHIA – «Questa giunta la chiameremo la giunta del non fa niente» a dichiararlo è il coordinatore di Forza Italia Roberto D’Ottavio. «E’ incredibile come non faccia niente vedersi bocciato un concordato che è costato centinaia di migliaia di euro. Non fa niente che l’assessore si dimette due giorni prima. Non fa niente la costruzione di un mega forno crematorio. Non fa niente che l’Enel farà indebitare le prossime giunte con l’accordo intrapreso. Non fa niente che l’agenzia delle entrate e l’Inps rifiutino il tuo accordo. Non fa niente la legge Madia. Insomma sono la giunta del non fa niente». D’Ottavio è un fiume in piena nei confronti del primo cittadino e soprattutto nei confronti del consiglio comunale che lo appoggia.

«Questi signori, alcuni anche a loro malgrado, saranno costretti a pagare per le scelte che hanno fato e per le votazioni che ci sono state e che ci saranno. Tutte le delibere che sono state fatte sulle municipalizzate verranno impugnate e saranno chiamati a ripagare i danni fatti con i propri beni personali». D’Ottavio è convinto delle sue idee e chiama l’opposizione ad un atto di forza. Non appena verrà certificato il fallimento di questo piano, studiato da quattro anni da questa giunta, per poi essere bocciato ci sarà una presa di posizione: «L’opposizione unita deve chiedere all’Aula Pucci un voto di sfiducia al primo cittadino per far mettere la faccia ed il nome a questo danno che si sta facendo alle tasche dei cittadini di Civitavecchia. E’ un atto necessario». Secondo D’Ottavio il lavoro da fare dopo il Sindaco sarà molto duro: «Dovremo ripartire dalle macerie, ma siamo pronti».

ULTIME NEWS