Pubblicato il

Rissa in centro: due giovani rimangono feriti

Rissa in centro: due giovani  rimangono feriti

Uno dei due di nazionalità indiana trasportato all’Aurelia Hospital

LADISPOLI – Aggressione domenica sera ai danni di due persone di nazionalità indiana nei pressi del supermercato Carrefour di via Ancona a Ladispoli.

I due sono intervenuti per separare una rissa tra altri due giovani conoscenti ma hanno avuto la peggio ricevendo cazzotti e spinte.

I due, infatti, intromettendosi nel tentativo di sedare la rissa e riappacificare i giovani, hanno ricevuto un cazzotto e uno spintone che ha fatto cadere a terra con forza un ragazzo.

Infondata quindi la prima ricostruzione che aveva visto i due giovani indiani vittime di una aggressione.

Pronto l’intervento dei carabinieri di via Livorno e di un’ambulanza.

Uno dei due indiani aggrediti è stato prontamente trasferito all’ospedale Aurelia Hospital dove ancora si trova al momento per accertamenti ma la situazione non sembra essere grave.

Del clima teso in questi giorni che si respira a Ladispoli se ne ha anche prova attraverso i singoli atti di cronaca che rimandano sempre ad atti a sfondo razzista.

Dalle prime informazioni che sono circolate con passaparola tra i cittadini vi era quella che vedeva i due giovai indiani vittime di un’aggressione da parte di italiani, ma anche della violenza sui due a seguiti di fantomatici reati.

Nulla di vero. Solo la dimostrazione che il dibattito sull’immigrazione si fa sempre più rovente con l’avvicinarsi dell’incontro in consiglio sullo Sprar.

La massima assise sarà infatti riunita giovedì per parlare di accoglienza e delle posizioni dell’amministrazione.

Una giunta e consiglieri di maggioranza che hanno sempre dichiarato la loro propensione al no allo Sprar. Un no ribadito nelle ultime ore a seguito dell’analisi dei capitoli di bilancio e della copertura finanziaria la quale per l’amministrazione sarebbe insufficiente a coprire il 5% delle spese di accoglienza come richiesto dalla Prefettura.

Diametralmente opposto il Pd e l’amministrazione uscente che chiedono confronto e dialogo affinchè si faccia dello Sprar un sistema virtuoso di accoglienza.

Sulle stesse onde, sebbene con motivazioni diverse, il M5S, che davanti all’assenza di progettazione della amministrazione uscente, come quella attuale, tende ad esprimersi sul nazionale. Un dibattito che però si sta acuendo creando schieramenti ideologici tra i cittadini.

ULTIME NEWS