Pubblicato il

Street food, l'amministrazione conferma la versione di D'Antò

Street food, l'amministrazione conferma la versione di D'Antò

Palazzo del Pincio non ha dubbi, gli organizzatori hanno annullato l’evento con una comunicazione scritta alle 21,11 del 23 agosto

CIVITAVECCHIA – “L’amministrazione conferma la versione dei fatti data dall’assessore D’Antò e respinge al mittente le accuse dell’anonimo presunto rappresentante degli operatori di Street Food”. 

È la replica di Palazzo del Pincio che in una nota spiega: “L’organizzazione degli eventi infatti era stata concessa, tramite evidenza pubblica, ad organizzatori privati. Quando la Polizia locale – specificano da Palazzo del Pincio – ha fatto presente che l’evento, così come strutturato, non rispecchiava i requisiti minimi di ‘‘safety’’ imposti dalla Prefettura, ha posto delle prescrizioni. Gli organizzatori, per proprie ragioni, invece di adeguare l’evento alle prescrizioni di safety hanno deciso di annullarlo con una comunicazione scritta avvenuta il giorno 23 agosto alle ore 21,11”. 

L’amministrazione comunale prosegue confermando che i suoi interlocutori per gli eventi estivi “erano gli organizzatori autorizzati e selezionati tramite avviso pubblico. Eventuali contenziosi o diatribe fra privati – concludono da Palazzo del Pincio – rimangono al di fuori delle competenze dell’amministrazione comunale che interloquisce nei modi e nelle forme opportune con le persone titolate a farlo”.

ULTIME NEWS