Pubblicato il

Tarquinia, terzo weekend col festival ‘‘Pagine a colori’’

Tarquinia, terzo weekend col festival ‘‘Pagine a colori’’

Si parte venerdì alle 17 presso la biblioteca con l’intervento di Maria Vittoria Alfieri su ‘‘Aggiungi un posto al tablet’’

TARQUINIA – La settimana comincia presto con ‘‘Pagine a colori’’, gli appuntamenti si moltiplicano in questi giorni: si parte venerdì 13 ottobre con l’incontro formativo dedicato al pubblico degli adulti, docenti, insegnanti e genitori. Presso la Sala delle Arti della Biblioteca Comunale V. Cardarelli, alle ore 17, Maria Vittoria Alfieri terrà un intervento dal titolo “Aggiungi un posto al tablet” Bambini&Cibo nell’era del multimedia. Maria Vittoria Alfieri si occupa da dodici anni di editoria scolastica digitale: è dal 2006 responsabile progetti digitali presso RCS Libri Education, per l’area e-content, che ha portato alla progettazione di AulaDigitale, il sistema didattico nato per rispondere alla normativa della Legge 133 relativa all’obbligo di adozione di libri misti (carta + digitale) o interamente scaricabili. «I più piccoli sono i più esposti (e i più ricettivi) ai milioni di stimoli e contenuti informativi che ci circondano oggi. Contenuti che, sempre più spesso, hanno per oggetto il mondo del cibo. Programmi tv, pagine web, profili social, app: la messa in scena del rapporto tra bambini e cucina è una delle più fertili linee di storytelling della contemporaneità. Vuoto entertainment? Spesso. Scaltro marketing? Anche. Ma non solo… Il racconto multimediale e multipiattaforma dell’accoppiata Bambini&Cibo è soprattutto un’incredibile opportunità per educare le nuove generazioni a un’alimentazione sana, etica e – perché no! – divertente». Per i bambini si rinnova l’appuntamento del Laboratorio della domenica con un ospite speciale: domenica 15 ottobre, presso la Sala Mostre alle ore 16,30, ci sarà Beniamino Sidoti, autore de “Il leone mangiadisegni” Libro esposto in Mostra illustrato da Gianluca Folì. Nato a Firenze nel 1970, Beniamino Sidoti si occupa di giochi e di storie e dei tanti modi in cui si incrociano, tra cui anche l’animazione alla lettura. Lavora al confine tra libro e gioco, firmando progetti di didattica ludica e di ricerca giocosa. Ha scritto numerosi libri sui giochi in relazione all’educazione ed è tra i fondatori della manifestazione Lucca Games. Oltre ad essere un esperto di scrittura collettiva e creativa, collabora con il Cirg (Centro Interdimentale per la Ricerca sul Gioco dell’Università di Siena) ed è consulente del ministero della Pubblica Istruzione. Ispirandosi proprio al libro esposto in Mostra, l’autore presenterà ai bambini “Mangiarsi i disegni, mangiarsi le parole, mngiarsi le storie” un’attività di narrazione collettiva. Sarà ancora Beniamino Sidoti il protagonista dell’incontro formativo di lunedì 16 ottobre per gli adulti presso la biblioteca, con un dibattito sul tema della lettura condivisa: “Abitare il libro che leggiamo: strategie per la lettura ad alta voce e la condivisione delle storie in cui l’autore invita alla lettura ad alta voce in diversi contesti (scuola, biblioteca, famiglia: ma anche altro) ed offre strategie di promozione e diffusione della lettura oltre all’uso della voce. “I miei seminari sono di natura laboratoriste, cioè miro a far partecipare le persone e a farle giocare, per capire come funziona ciò di cui stiamo parlando”. Eccoci infine all’incontro dedicato agli studenti delle classi medie dell’Istituto E. Sacconi. Ospite di quest’anno è Luigi Ballerini, quattro volte papà, psicoanalista e autore di libri per ragazzi. Si occupa da molti anni di problematiche relative all’infanzia e ai giovani, incontrando genitori, ragazzi ed insegnanti. Come scrittore pubblica sia per il pubblico dei ragazzi sia libri per adulti. Tiene seminari di scrittura creativa per bambini e bambine, ragazze e ragazzi nelle scuole, dalla scuola primaria fino al liceo. Il suo libro “Zia Dorothy” è stato insignito del White Raven Award 2009, nel 2014 ha vinto il Premio Andersen per il miglior libro età 9/12 anni con “La signorina Euforbia” e nel 2016 ha vinto il Premio Bancarellino con “Io sono zero”. Gli studenti della scuola media parleranno insieme all’autore dei libri “La signorina Euforbia” e “Nuova Pasticceria Euforbia”, “Cosa saremo poi”, “Click!”, “Imperfetti”, “Il mistero del bosco” e “Io sono zero”.

 

ULTIME NEWS