Pubblicato il

Civitavecchia: storie di ordinario degrado

Civitavecchia: storie di ordinario degrado

Ennesima perdita ed ennesima perdita in città

CIVITAVECCHIA – Civitavecchia vittima del degrado. Una triste costante a cui i cittadini sembrano essersi abituati. Girando per le strade non ci si stupisce di veder apparire qualche transenna, una nuova buca o l’ennesima perdita idriche. Fontane che zampillano dal manto stradale, come il caso di via Flavioni, con una buca profonda esattamente al centro della strada e transennata. Basta scendere lungo viale Villotti e girare in via D’Azeglio per trovare un’altra perdita idrica, sempre al centro della strada con i guidatori che con fare rassegnato e sapiente la schivano. Insomma, perdite e buche sembrano essere una costante civitavecchiese, un po’ come i fuochi a ferragosto. Non ci si stupisce di dover procedere a zig zag, quando possibile, per evitare crateri, radici o pozzanghere misteriose. C’è  un problema? Transenne. Una soluzione per tutte le stagioni. Intanto la vita prosegue in quel di Civitavecchia dove sui social si attaccano i giornali accusandoli di distorcere la realtà mentre la città è abbandonata a se stessa, vuoi per la scarsità di fondi o di idee, e si attendono interventi.    

Fra.Bal.

ULTIME NEWS