Pubblicato il

Valcanneto: prime famiglie servite dal gas metano

Valcanneto: prime famiglie servite dal gas metano

LA NOTIZIA. Nell’incontro tra amministrazione comunale e referenti commerciali dell’Unità tecnica di polo di Italgas si è fatto il punto sull’avanzamento dei lavori. Si è confermata la volontà di procedere con un programma organizzato per vie in modo che terminati i lavori di scavo su ogni singola strada si provveda con il rifacimento del manto 

CERVETERI – A Valcanneto, su 900 utenze che hanno aderito alla campagna promozionale che permetteva una significativa riduzione dei costi di allaccio alla rete gas metano, ad oggi solamente 480 utenti hanno proceduto a fare la richiesta di allacciamento tramite le società di vendita. Di quesi l’Italgas ne ha realizzati circa la metà e ad oggi 14 famiglie hanno già il gas-metano nelle loro abitazioni. Nell’incontro tenutosi a fine settembre scorso (25/9/2017) tra il Comune di Cerveteri, rappresentato dal vicesindaco Giuseppe Zito, i referenti commerciali dell’Unità Tecnica di Polo di Italgas si è fatto il punto della situazione con il duplice obbiettivo di conoscere lo stato di avanzamento dei lavori di metanizzazione nella frazione e i nuovi referenti tecnici.
Si è confermata la volontà di procedere con un programma di lavoro organizzato per vie in modo che terminati gli scavi su ogni singola strada si potesse procedere con il rifacimento del manto. Coloro che, pur avendo perfezionato la richiesta di allacciamento non sono ancora stati contattati da Italgas per concordare un appuntamento devono sapere che Italgas non procederà in base all’ordine cronologico della richiesta ma attenendosi di norma al seguente programma: (1) via A. Scarlatti, via A. Boito, via R. Leoncavallo e via A. Corelli, via Vivaldi, Largo Vivaldi, via T. Albinoni, viale G.B. Pergolesi, viale U. Giordano, via E. De Cavalieri, via I. Pizzetti, via della Viola, via G. Sgambati, via A. Toscanini e altre previste nei 10 chilometri già in gas; (2) via di Ceri e via Doganale; (3) via G. D’Arezzo, via G. Carissimi, via V. Bellini, via L. Perosi, via M. Clementi, via G. Paisiello, viale C. Monteverdi, via G.B. Lulli e via N. Paganini e altre rientranti nei 3 chilometri di condotta sostituita.
Ebbene nei primi giorni di novembre Italgas procederà al rifacimento del manto stradale di via Scarlatti e via Boito e poi procederà con via Corelli e via Leoncavallo. Pertanto, per gli immobili siti in queste quattro strade, si consiglia ai cittadini che non hanno già ottenuto un PDR o che non hanno già presentato richiesta di allacciamento di organizzarsi per l’inverno con il sistema di riscaldamento abituale in quanto non sarà possibile garantire loro l’attivazione dell’utenza entro la fine dell’anno.
Si invitano quindi tutti i cittadini interessati ad allacciarsi alla rete gas metano di attivarsi il prima possibile con le società di vendita perché il Regolamento Comunale prevede il diniego di autorizzazioni allo scavo nei 24 mesi successivi al rifacimento del manto stradale. Inoltre, con l’avvio dei lavori di ripristino definitivo della strada, Italgas considererà decaduti i benefici economici di chi aveva aderito alla campagna promozionale. 
Si ricorda ai cittadini che hanno già fatto l’allacciamento alle rete e sono in possesso del codice PDR che possono già chiedere l’attivazione dell’utenza ricontattando le società di vendita per la sottoscrizione del contratto di fornitura. Coloro che, invece, pur avendo perfezionato la richiesta di allacciamento non sono ancora stati contattati da Italgas per concordare un appuntamento in cui eseguire i lavori possono contattare il numero 0766500332 fax 076622646. 
Si precisa infine che l’Amministrazione comunale procederà a breve ad autorizzare Italgas a realizzare, senza alcun ulteriore costo per il cittadino, le estensioni di rete necessarie a coprire le vie pubbliche o ad uso pubblico attualmente non raggiunte dalla rete. 
Mentre per le strade private è ancora in corso un approfondimento legale. Va specificato che in tal caso andrà costituita una servitù di passaggio con l’assenso di tutti i proprietari.
Infine, l’Amministrazione comunale ha accolto con grande soddisfazione la nomina a responsabile dell’Unità Tecnica di Polo dell’ingegner Bruno Di Franceschi che aveva seguito l’avvio del cantiere e che oggi torna a Cerveteri con un ruolo di maggiore responsabilità.

ULTIME NEWS