Pubblicato il

Loddo critica e abbandona l’aula

Dura la posizione di ‘‘Si può fare’’ sullo Sprar «Nessun Comune italiano ha scelto in consiglio di non aderire»

Dura la posizione di ‘‘Si può fare’’ sullo Sprar «Nessun Comune italiano ha scelto in consiglio di non aderire»

LADISPOLI – Tra le posizioni più contrarie alla proposta della maggioranza in consiglio del comune di Ladispoli è emersa senza dubbio quella del consigliere Giuseppe Loddo di “Si può Fare”.

Una posizione critica al punto da abbandonare l’aula prima dell’intervento del sindaco e del voto.

«Ringraziamo l’amministrazione per aver deciso di dibattere in aula questo tema – ha detto il consigliere di opposizione Giuseppe Loddo in aula- ma impostare il confronto sulla base di una proposta di delibera chiusa, già determinativa di una decisione, quella di non aderire allo SPRAR, ci sembra del tutto fuori luogo».

«Nessuno dei comuni italiani che, ad oggi, ha scelto di non aderire al progetto Sprar – ha continuato l’ex candidato sindaco della lista ‘‘Si può fare’’- ha certificato la propria decisione con un atto deliberativo di questo genere che, tra le altre cose, fa delle questioni “socio-sanitarie” uno degli elementi del rifiuto di un percorso, quello dello SPRAR, che a detta di Biffoni, il Sindaco di Prato responsabile Sprar per l’Anci: “ri-mette la governance in mano al sindaco, che con questo strumento può decidere, insieme alla sua comunità, numeri, modalità e soggetti da coin-volgere per organizzare l’accoglienza sul suo territorio».

ULTIME NEWS