Pubblicato il

Pascucci aderisce all'appello per il biotestamento

CERVETERI – «Così come avvenuto per l’approvazione della Legge dello Ius Soli, purtroppo non ancora approvata dal Parlamento, così come avvenuto per l’approvazione del Registro delle Unioni Civili, da noi a Cerveteri avvenuta ben prima che diventasse Legge nazionale, siamo pronti anche per l’approvazione della Legge sul biotestamento  ad esprimere il nostro pensiero, anche con manifestazioni pubbliche». Lo dichiara il sindaco Pascucci, che spiega» «già in passato tra l’altro, il nostro Consiglio comunale si era espresso in merito, approvando l’istituzione del registro comunale sulle dichiarazioni di volontà anticipate relative ai trattamenti sanitari, più comunemente conosciuto come testamento biologico».  Con tali motivazioni il sindaco Pascucci ha deciso «di aderire all’appello per il Biotestamento promosso dall’associazione Luca Coscioni, come tra l’altro tanti altri Sindaci italiani, ritenendola una battaglia di civiltà e di rispetto per tutelare le scelte di tutti». 
Prima del sindaco Pascucci,  avevano già formalmente aderito all’appello la sindaca di Roma Virginia Raggi, il sindaco di Parma Federico Pizzarotti, quello di Napoli Luigi De Magistris, quello di Milano Giuseppe Sala e tanti altri ancora, dai comuni più piccoli alle grandi città.

ULTIME NEWS