Pubblicato il

Angeloni: Cozzolino è inadatto per gestire il dopo centrali a carbone

Angeloni: Cozzolino è inadatto per gestire il dopo centrali a carbone

La notizia del Governo di interrompere la dipendenza energetica dal carbone ha trovato interesse anche nel territorio di Civitavecchia, vista la presenza della centrale di Tvn. «Bene Gentiloni che finalmente dice addio a carbone dal 2035 – ha dichiarato Fabio Angeloni del Pd -. Di cose da fare ce ne sono tante e subito: ma Cozzolino non è il sindaco adatto e va sostituito: pianificare il dopo carbone, riaprire la convenzione e tornare a battere cassa sono le prime cosa da fare. Quindi c’è da rilanciare il nuovo modello di sviluppo e occupazione e su questo punto il PD ha intenzione di iniziare a ragionare proponendo all’area Metropolitana un unico piano per economia e trasporti, basato sul turismo, mare, sull’agro alimentare e sulla pesca. Purtroppo per Civitavecchia Cozzolino ha dimostrato di non essere il soggetto adatto per riaprire immediatamente la convenzione in chiave di riconversione e di royalty (10 12 milioni l’anno) per gli asset impiegatim in attesa del loro rilascio: territorio, costa, acqua, mare, paesaggio in attesa del loro rilascio con una royalty almeno pari all’IMU. Pianificare il dopo carbone, riaprire la convenzione e tornare a battere cassa sono le prime cosa da fare, e vanno fatte».

ULTIME NEWS